cuore di cane

In mezzo a tutto ‘sto casino di cambi di vita, che un po’ son contenta e fiduciosa e un po’ mi ammazzerei (come stasera perché oggi è stata una brutta giornata e di questo devo sempre ringraziare G. che sa e vuole ferirmi anche a distanza), ho sempre e comunque la Nina, che mi dà tanto e non chiede quasi niente, tranne il mio affetto.

Fuori dalla mia finestra ci sono i grilli e la luna turca e il soffio del vento.
Dentro di me ci sono dolore, delusione, rabbia, disperazione, paura.
Ai piedi del mio letto c’è, come sempre, la Nina, nera e un po’ sgraziata. Si è accucciata appena entrata in camera e ora sospira prima di prendere sonno.

Ho un’altra notte da far passare in qualche modo, aspettando che questo male finisca.
Le appoggio una mano sul dorso da foca e sento il suo cuore battere.

Sulle lenzuola c’è una ciotola con tre prugne rosse da mangiare guardando un film.

Anche questa notte passerà e la Nina, domani mattina, verrà a svegliarmi leccandomi una mano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...