Casablanca

Sono passati due anni. Sono cambiate molte cose. Riscrivo e spero di continuare a farlo.

Stanotte ho fatto il bagno, nuda, in piscina. La campagna intorno a me soffiata di vento e cantava di grilli. L’acqua sembrava piena di plancton da quanto era luminosa.

Il gatto bianco e nero, mentre mi asciugavo, faceva le fusa e graffiava. La cagna nera mi aspettava in cascina. Sono all’inizio di una nuova vita, non so come sarà, però mi sembra bella. Per farla breve, è l’ennesima volta che cado e, quindi, l’ennesima volta che mi tiro in piedi. Anzi, prima mi metto seduta, poi a quattro zampe, poi lentamente in piedi.

Dico lentamente perché non ci ho più l’età. Ma non importa, in qualche modo ce la farò.

Quest’anno ci sono stati un sacco di addii, molto pesanti. Tutti noi abbiamo uno zaino pieno di sassolini da trasportare. Ma sono in un posto magnifico.

E, come scrive Emily Dickinson:

To make a prairie it takes a clover and one bee,
One clover, and a bee,
And revery.
The revery alone will do,
If bees are few.

Annunci

3 thoughts on “Casablanca

  1. falconieredelbosco ha detto:

    non posso che augurarti il meglio: coraggio, in qualche modo ce la farai. il sole sorge tutte le mattine anche quando le nuvole nere lo oscurano. un abbraccio. fausto

  2. MAQ ha detto:

    Bentornata qui…

  3. algaspirulina ha detto:

    grazie a voi due 🙂 se ho avuto voglia di ricominciare a scrivere qui, vuol dire che qualcosa sta cambiando.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...