così lontano, così vicino

Oggi ho fumato quaranta sigarette.

Ho dato il trolley del mio moroso a mio figlio, il nonpiùkid, che parte per Amsterdam.
Gli ho compilato un curriculum in inglese. A tarda notte ci ho litigato. Alle due è venuto a chiedermi le chiavi di casa (sua).

Gli ho dato le (mie) chiavi, l’ho abbracciato, gli ho raccomandato di non fare cazzate. Quando è uscito mi sono fatta mezzo sfilatino con olio e sale. L’olio era buono. E io piangevo.

Advertisements

One thought on “così lontano, così vicino

  1. plch ha detto:

    Alga, dove sei? spero vada tutto bene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...