l’ussaro sul tetto (ovvero i piccoli miracoli della vita)

IMG_20150106_081845Da quando ci siamo trasferiti nella casa nuova (quella del rabbino, di fianco al matroneo della sinagoga), il gatto Spago è ringiovanito di dieci anni, pur avendone ben undici.

Avendo una gran quantità di tetti a portata di finestra, spesso ci si arrampica e sparisce per un bel po’. Oppure si piazza davanti alla porta d’ingresso e chiede di uscire per farsi un giro (pare abbia una compagnia felina molto attiva tra cui un maschio enorme con la testa grande come una zucca di Halloween, tutto bianco, e una femmina calicut assai carina) poi, ad un’ora imprecisata, torna e arimiagola davanti alla porta per farsi aprire. Nel tempo rimanente, fa il riposo del guerriero su qualsiasi superficie morbida, compreso il nostro lettone.
Gli è venuto un pelo stupendo, mangia come un maiale (solo secco, si è abituato subito) e, libero dalla Zoe (che ora vive con il figlio piccolo), è tornato il gatto meraviglioso che era una volta.

Questo è un piccolo miracolo ma ce ne sono altri, in questo periodo di meravigliosi piccoli miracoli, tipo in ordine sparso: il figlio che lavora in montagna (e impara l’ebberezza di farsi il culo nella ristorazione), la figlia che resiste in serie A1, la nuova lavatrice con la carica dall’alto che funziona da dio, il bucato che si asciuga all’istante, il poter tornare per riposare in una casa bella calda (e con una vista mozzafiato), un box doccia finalmente come si deve, il banano che si trova bene con noi e, per dimostrarcelo, ha appena messo fuori una nuova foglia, lo stereo che ha la funzione bluetooth e che si collega come niente con lo smartphone e ti spara Radio Swiss Jazz ad alta definizione facendoti godere come un riccio, gli ospiti affettuosi che vengono al Posto e ti ringraziano, gli amici ritrovati dopo tanti anni con i quali cenare (a casa, una volta tanto), ridere e giocare a Scarabeo.

E, last but not least, continuare un cammino speciale (non sempre facile, ma bellissimo) con una persona speciale, per la cronaca proprio lui (https://algaspirulina.wordpress.com/2008/03/12/notte-prima-degli-esami-2/) e ti sembra incredibile: a marzo fanno quarant’anni.

Non è miracoloso?

soundtrack:

Advertisements

3 thoughts on “l’ussaro sul tetto (ovvero i piccoli miracoli della vita)

  1. concajoni ha detto:

    Vedi, dopo l’ultima chiacchierata che abbiamo fatto ho pensato che tutto quello che hai te lo sei conquistato da sola con le tue forze. E tutto quello che hai perso te lo hanno rubato gli altri, per cui rimpianti o sensi di colpa si riducono al minimo, non è così? Come canta Modugno in quel piccolo grande film di Pasolini (il link me lo metti tu, che non so come si fa?) il derubato che sorride ruba qualcosa al ladro. A presto, voglio scrutare anche io quei tetti come Spago.

  2. algaspirulina ha detto:

    … e vedi di venire a trovarci al più presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...