torneranno i prati

Unknown-1“Il Signore non ha ascoltato suo figlio sulla croce, cosa vuoi che ascolti noi, poveri cani.”

Mio nonno era partito volontario a vent’anni (vent’anni sul serio) e si era fatto il Carso.
Mi raccontava della vita di trincea, con i cadaveri che galleggiavano in putrefazione nell’acqua della neve sciolta che continuava a cadere e sembrava non finisse più. E le lettere da casa, e il rancio che arrivava una volta su tre.
Mi sono sempre domandata che significato potesse avere per un ventenne, monarchico e credente nella Patria come era mio nonno, un bellissimo ragazzo alto e longilineo, biondo scuro e con gli occhi celesti, stare per giorni e giorni al buio, non sapendo bene se sparare e a chi, con i morti della sua stessa età che gli sfioravano le anche.

Ieri sera sono andata a vedere il film di Olmi e, mai come in quel momento, ho capito.

Ed è stato un pianto a dirotto.
Non so se gli altri spettatori abbiano compreso, io di sicuro sì perché sono stata fortunata ad ereditare certi racconti. Poveri ragazzi, soli e sperduti.

E, nel dolore e nella paura, una grande bellezza.
Girato al buio e nella claustrofobia di una trincea di montagna, con squarci strazianti della natura circostante (una volpe, un larice dorato) che tiene i soldati legati, nonostante tutto, alla vita, è un bellissimo film, una fortissima dichiarazione contro la guerra al livello di Orizzonti di gloria di Kubrick e incredibilmente somigliante a Il mestiere delle armi che ho amato moltissimo.

Sono stata l’unica ad applaudire, sui titoli di coda. Ma avevo i miei motivi.

Consiglio di portarci i figli perché capiscano, una volta per tutte, che la guerra è una follia.

soundtrack:

Annunci

3 thoughts on “torneranno i prati

  1. gabrielaknits ha detto:

    Essì.

  2. helma ha detto:

    Che bello! vuoi vedere che è tornata la “Alga” cinefila di una volta? mi è sempre piaciuto conoscerti un po’ attraverso le tue belle e (per me) utili recensioni. Perchè, del resto, la vita è un film…
    hb

  3. margherita ha detto:

    L’ho visto anch’io e me ne sono innamorata. Non ho pianto ma ho capito tanto e mi mancava il fiato dentro a quella trincea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...