piccoli fuochi

EpUnknownpure, certe volte basta veramente poco per avere un momento di pura felicità.

Basta un pomeriggio assolato, l’aver dormito fino a mezzogiorno causa influenza, la luce che illumina il nostro bellissimo sottotetto medievale, il ministereo nuovo (qualcosa che funziona) e Let It Be dei Beatles rimasterizzato e trovato per caso in edicola a due lire.

In attesa di tornare al lavoro stasera (e be’, si lavora anche con la febbre, basta fermarsi un po’), si sparano volume e bassi a palla, ci si siede sul sofa e ci si gode la musica che da sempre (poche balle) è nel nostro cuore, fin da quando eravamo bambini. Così, senza far niente di speciale.

Poi tra tre ore si ricominciano le corse ma adesso, proprio adesso, letizia perfetta.

E io me la godo tutta.

soundtrack:

Annunci

2 thoughts on “piccoli fuochi

  1. concajoni ha detto:

    Sto per l’appunto leggendo la biografia dei Beatles scritta da Gino Castaldo ed Ernesto Assante (con dedica autografa di entrambi), lettura entusiasmante che mi sto godendo poche pagine alla volta.
    Quel miracolo di creatività artistica che ha cambiato la storia della musica nasce in famiglie di sottoproletariato periferico di una città di minatori come Liverpool, dove gli stimoli culturali erano pari a zero.
    Alla base c’era sicuramente il genio, ma la ricetta del successo secondo gli autori sta nell’amicizia e unità di intenti che li legò almeno nel periodo iniziale. Noi abbiamo avuto la fortuna di viverli come la colonna sonora di una generazione che ha rivoltato il mondo come un calzino e che ha cambiato la storia, almeno quella del costume e dei comportamenti. Un paio di ricordi: avevo otto anni quando mia sorella maggiore (una delle poche persone al mondo che può dire di avere visto due concerti dei Beatles) mi chiese di accompagnarla a comprare il biglietto per il concerto di Milano. Ne avevo quindici quando acquistai Abbey Road in un negozio di Piccadilly Circus il giorno in cui fu pubblicato.

  2. algaspirulina ha detto:

    bello 🙂 io li ho vissuti solo di riflesso ma sono stati importanti anche per me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...