così lontano, così vicino

PSK1391366293PS52ee9095823e6Ecco, questo è uno di quei giorni in cui mi sento un po’ così.
In pratica, sono emotivamente sbombazzata ed era tanto che non mi capitava.

Il tempo (in senso atmosferico) è da lupi, è il mio giorno libero (quindi limbo) e ieri è morto Philip Seymour Hoffman (e qui trovate qualcuno che ne sa parlare meglio di me), un attore che ho molto amato e non solo perché era un bravissimo attore ma, chissà, forse per la sua faccia e per quello che suggeriva al mio cuore quando lo vedevo al cinema.

Poi ho incontrato una persona del mio passato e ho scoperto che non sono più abituata ai gesti affettuosi.
Non so il perché ma mi provocano reazioni immotivate e anche un po’ esagerate.

Tutto quello che mi sembrava tanto lontano, prima o poi scopro che invece è ancora vicino, più di quanto avessi sempre pensato.

Vabbe’, per fortuna domani si ricomincia: si abbassa la saracinesca e si indossa l’armatura.
E speriamo di lavorare tanto, ché a metà mese c’è da pagare l’INPS.

soundtrack:

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...