cecità

images-1Ore quindici. Stazione ferroviaria di Asti.

Faccio le scale in salita, abbastanza faticosamente.
Con la coda dell’occhio vedo un uomo cieco che chiede informazioni.
Continuo a salire le scale pensando che, in fondo, sono fortunata. Non sono cieca.

Arrivo nell’atrio, l’uomo cieco è davanti a me che muove il suo lungo bastone telescopico contro la vetrina di un negozio. Non può proseguire.
A dispetto della mia timidezza, mi avvicino e, con la massima naturalezza, lo prendo delicatamente per il gomito destro (ma dove l’avrò imparato, questo gesto?) e gli domando dove vuole andare.
Lui mi risponde, con la massima naturalezza, che vuole andare al bar in fondo all’atrio.
Non conosco bene la stazione di Asti, non so nemmeno se ci sia un bar, ma ci avviamo a passo spedito. Lui cammina perfino più veloce di me.

È incredibile come si lasci “portare” da una perfetta sconosciuta. Incredibile per me, lui ci sarà abituato.
Mentre camminiamo attraverso l’atrio (e io vedo il bar, sul fondo) lui mi dice nel frattempo le racconto una barzelletta veloce.
Lei lo sa perché i caprioli, in montagna, nei prati, fanno tanti salti?
Perché gli piacciono le capriole.
Io rido, e (davvero) non per finta.
E lui aggiunge vede? è una barzelletta che si può raccontare anche ai bambini.

Lo lascio davanti alla cassa e lo avverto che, davanti a lui in coda, c’è un’altra persona.
Vado perché devo correre al lavoro.

Esco nel caldo rovente della piazza e mi sento su di giri per la prima volta da tanto tempo, in questo periodo di decisioni importanti, di insicurezza, di dubbi, di fatica e di coraggio a tutti costi.
Sono contenta perché sono stata utile a qualcuno, sono stata brava e mi sento più buona.

Ma poi penso che, in fondo, non è così. È solo un’apparenza: non sono altro che una stronza qualsiasi, solo più fortunata.
Insomma, un’altra forma di cecità.

soundtrack:

Advertisements

4 thoughts on “cecità

  1. Giovanna ha detto:

    Quando ho letto le tue righe, il pensiero mi ha portato ad una canzone di Marco Masini che si intitola Dal buio.

    Il cieco fermo sul bordo del marciapiede
    aspetta che qualcuno se ne accorga
    rallenti la sua fretta.
    E intanto resta immobile lo sguardo spento
    e fisso come se fosse in bilico
    su di un profondo abisso.
    Il cieco fermo ascolta e sopra il viso
    impassibile d’un tratto è una smorfia
    una pena invisibile.
    Ma nessuna la vede nel bagliore della luce
    e la smorfia lentamente
    dentro il viso si ricuce.
    Ed ecco all’improvviso s’arresta una ragazza
    il cieco fa un sorriso e timido ringrazia.
    Lei certamente è bella lo sente dall’odore
    nel buio s’accende una stella e un vento soffia in
    cuore.
    Lui cerca la sua mano lei se la fa trovare
    e allora parte piano e li si lascia andare.
    E saltano l’abisso senza precipitare
    i due con lieve passo che sembra di volare!
    Poi dolcemente atterrano sull’altro
    marciapiede il cieco e la ragazza
    dopo quel volo breve.
    Lei dalla luce lancia un saluto luminoso!
    Dal buio lui risponde timido e confuso.
    Vorrebbe dirle aspetta angelo profumato
    non te ne andare resta riposa il cuore il fiato.
    Ma sente che la mano allenta la sua stretta
    e nel buio si spegna la stella.
    Vorrebbe dirle aspetta! Ma c’è troppa confusione
    e l’odore s’allontana e il cieco col bastone
    prosegue la sua strada buia dondolando un po’
    felice per quel niente come un dolcissimo
    Charlotte

    Hai fatto un bellissimo gesto, Cri. La tua giornata sarà sicuramente stata migliore. Un bacio e buon week end.

  2. helma ha detto:

    hai fatto un bel gesto perchè sei una bella persona. che male c’è?

  3. Dona ha detto:

    Ciao, ti seguo da un po’.
    POst BELLISSIMO!
    Un grande in bocca al lupo per la tua attività

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...