anima persa (great expectations 5)

17162430-fiori-appassiti-secchi-avvizziti-l-39-ambiente-biancoMa come, dopo che non ti fai viva da gennaio e ti chiamo io, non hai altro da dirmi?
Tipo che forse il lavoro in gelateria (con i vouchers) è più sicuro che aprire un locale?

Non ti ricordi più che ci conosciamo dai tempi dell’università, che ci siamo volute bene, che ci siamo sempre difese l’una con l’altra, che ai concerti ti caricavo sulle spalle per farti vedere (ché sei alta unmetroecinquantadue, forse ora un po’ meno), che ci siamo raccontato tuttotuttotutto e che conosci i miei sogni, che abbiamo preparato un sacco di esami insieme e che insieme abbiamo dormito e, qualche volta, sbronzate, che hai visto i miei figli piccoli, che hai fatto a casa tua la festa per i miei quarant’anni, che ci siamo sfinite di balli e di chiacchiere?

Io credevo che un’amicizia come la nostra fosse per la vita. Io credevo che tu mi volessi bene.

Invece, come dici tu, siamo invecchiate. Sei presa dalla tua bellissima barca e dai tuoi cani che abbaiano sempre senza motivo.
E quando ti parlo dei miei progetti, dei quali non hai una minima idea, tanto non potrebbe fregartene di meno, mi chiedi informazioni in tono distratto e, quando ti rispondo, ascolto brevi silenzi di disapprovazione.
Giusto un ultimo augurio (assai stentato): spero che tu riesca ad aprire.
Come, che io riesca ad aprire? Io apro, eccome!

Ci tenevo, al tuo tifo.
Almeno in memoria del nostro bene, ne avrei avuto bisogno.
Macché, niente. Ma come fai?

Ecco perché, alla lunga, si diventa dei solitari (e si sta pure bene).
Sei un’anima persa, M.

E, al posto del cuore, hai una rapa.

soundtrack:

Advertisements

10 thoughts on “anima persa (great expectations 5)

  1. Ninphe ha detto:

    Te apri e lei rosicherà. Vedimpo’ :3

  2. margherita ha detto:

    Da quello che leggo Lei è invecchiata mentre a te sono rimasti l’entusiasmo, l’energia, la carica per affrontare le nuove avventure.
    Comprendo che faccia lo stesso molto male, soprattutto per chi crede nell’amicizia, quella vera. Ma la vita riserva anche queste belle sorprese!

    • algaspirulina ha detto:

      effettivamente, anche se stanca e con qualche acciacco, ho ancora il coraggio di buttarmi. lei no. non ne ha mai avuto bisogno. è proprio vero che le persone ricche, per la maggior parte, non possono capire (quanto fegato ci voglia, a fare certe cose).

  3. falconieredelbosco ha detto:

    quello che fa più male è scoprire a distanza che quello che hai sempre considerato un grande amico, in realtà è solo un grande stronzo. adesso lo sai. lei no. è talmente sfatta che non si accorge che sta putrescendo nella sua indifferenza.

    • algaspirulina ha detto:

      sì, fa male. molto. e adesso che leggo le tue parole ci penso e mi rendo conto che un po’ è davvero sfatta, con quella sua faccina vizza da bambina invecchiata che si preoccupa perché ormai le viene il fiatone, quando cerca di fare i suoi soliti dieci chilometri di corsa giornalieri, al parco.

  4. adrianadelfino ha detto:

    10 km di corsa al giorno?? Non ha una mazza da fare… E poi ti stupisci che si sia inacidita..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...