il lungo addio 5

enzojannacci_1Per me Vincenzo Jannacci, detto Enzo, è stato molte estati della mia infanzia.

È stato Vengo anch’io. No tu no dalla radiolina rivestita di similpelle grigia della mia nonna, mentre giocavo a fare la cuoca con la pastina vecchia, a sette anni, nella cucina soleggiata di via Colli. Era una canzone che mi faceva ridere ma anche un po’ rabbia, perché già a quell’età anch’io mi sentivo in qualche modo tagliata fuori dagli altri.

È stato Giovanni telegrafista sparata dagli altoparlanti delle spiagge di Milano Marittima, forse di anni ne avevo otto, mentre spiavo il cielo in cerca di un aeroplanino che sganciasse le Mucche Caroline gonfiabili e quella voce senza fiato che ripeteva bipipbipipbipipbipibip mi ipnotizzava anche se allora non avevo capito nulla del testo.

È stato Mexico e nuvole, credo me l’avesse fatta ascoltare il mio mitico cugino, quando Milano a settembre mi sembrava una città magica e bellissima.

È stato Vincenzina e la fabbrica, di anni ormai ne avevo quindici, ero diventata romantica e quella canzone mi faceva venire il groppo in gola.

È stato anche un fantastico film di Marco Ferreri, L’udienza, in cui recitava (da dio) la parte di uno che vuole a tutti i costi parlare col papa (per dirgli un segreto) ma non ci riesce.

È stato un signore, nostro vicino di ombrellone per qualche giorno in Liguria, col naso bruciato dal sole e gli occhiali scuri che io (tredicenne) pensavo, essendo Jannacci, sarebbe stato sempre lì a farsi delle gran risate, invece non sorrideva mai.

Mio padre diceva che, da un medico che fa anche il cantante, non si sarebbe fatto toccare nemmeno con un bastoncino.
Ma mio padre non fa testo, non aveva sensibilità musicale.

A me, invece, quella sua voce straziata e straziante piaceva un sacco.
Ciao, Enzo. Sapessi che voglia di piangere ho

soundtrack:

Annunci

2 thoughts on “il lungo addio 5

  1. viola ha detto:

    E’ un pezzo della nostra infanzia e gioventù… A quei tempi sembrava tanto fuori dagli schemi…
    Suscitava affetto e simpatia.

  2. mbj ha detto:

    Un altro “senza peli sulla lingua” che se ne va..
    Il posto dove andrà, con lui, diventerà un posto molto più interessante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...