ti amo in tutte le lingue del mondo

Terra Madre è veramente il cuore del Salone del Gusto di Torino: vedere due finlandesi in costume da lappone sbafarsi il risotto al pesto di mare di Cesenatico (nella sezione dedicata allo street food) è uno spettacolo che non ha prezzo. Purtroppo non avevo la macchina fotografica.

Per fortuna, per la prima volta, quest’anno Terra Madre è visitabile da chiunque (e, a chiunque, fa capire che tutti i popoli della terra possono fare pace usando come tramite il buon cibo), per fortuna la Collega Giovane e Tosta e il Guru mi hanno fatto un bel regalo di addio. Il biglietto, appunto.

Uno sbattone perché, in questi giorni, sono ancora a Milano e di trasloco (e dopo un po’ le ginocchia gridavano vendetta) ma ne è valsa la pena.

Il settore regionale italiano molto interessante, come sempre, anche se (forse complice la crisi) gli espositori mi sono sembrati un po’ troppo insistenti. Non so, mi pareva di essere in un centro commerciale ma comunque ho fatto mie due buste di erbe sarde 🙂

E Terra Madre… ooooohhh.
Un vero Paese dei Balocchi, anche gli stand africani: poveri ma coloratissimi.
E lì, mi sono impossessata di uno strepitoso aceto al lampone (valdelmaviinietikka) finlandese bio e organic e di un chimichurri de algas -avevate qualche dubbio? ;-)- di un’azienda bio galiziana.

Ho pranzato con aringhe marinate (in vari modi) norvegesi e pasteggiato a birra bio e organic scozzese. Certo, mangiare da soli non è come farlo in compagnia (Estrellita, mi sei mancata!) ma quant’è bello declinare in mille lingue l’espressione ti amo?

soundtrack:

Advertisements

4 thoughts on “ti amo in tutte le lingue del mondo

  1. margherita ha detto:

    Avrei proprio voluto esserci anch’io! Magari l’anno prossimo complice la presenza di uno chef in famiglia, potrebbe essere la volta buona.

  2. viola ha detto:

    Deve essere bellissimo. Il prox anno mi devo organizzare.
    Come leggevo nel libro “Io viaggio da sola”, è triste prendere un aperitivo al tramonto, sul Bosforo, da sola, ma ben più triste sarebbe non prenderlo affatto, non essere lì. Comunque ti sento meglio e se x davvero ti trasferisci a Chieri, un caffè a Torino ce lo possiamo prendere! Ciao e buona domenica.

  3. Romins ha detto:

    Passata a leggerti dopo tanto tempo! Ma vai da TO a MI o viceversa?

  4. luceinombra ha detto:

    e vieni a milano e non lo dici? vabbé che sto sempre incasinata però… fatti sentire! che al paese dei balocchi vengo pure io e con la macchina fotografica… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...