les petites mouchoirs

Mi piacciono un sacco le commedie francesi perché son facili da guardare.

Nel senso che non mi devo sforzare, è tutto così rilassato e simile a quello che facciamo noi, gesti e tutto.
Non è come nei film americani, dove è vietato fumare e chi beve è sempre un cattivone. Nei film francesi (soprattutto le commedie), tutti stanno a tavola per ore e se ne fregano: mangiano formaggi (che alzano il colesterolo), spazzolano bottiglie di rosè (che come minimo fa ingrassare) e sfumazzano allegramente (fa venire il cancro ai polmoni, lo so…).
Ah, dimenticavo: in questo film si fanno pure qualche canna e si ingozzano di ostriche 🙂

Ma non è questo, il punto.
Il punto è che, anche se Piccole bugie tra amici ha i suoi difetti (un po’ troppo prolisso e, diciamolo, sulle questioni emotive un po’ troppo scontato) era dai tempi di Tre amici, le mogli e affettuosamente le altre che non sognavo così davanti allo schermo.

Sogni piccoli, eh?
Una bella compagnia di amici che si conoscono da sempre (anche se non sempre ci sono nel momento del bisogno, ma la vita è così).
Parigi d’estate.
La Bretagna e le sue maree (l’ho scoperta a dodici anni: meraviglia).
Le vacanze di gruppo (con tutti i pro e i contro) sapendo che quando si tornerà in città, il gruppo esisterà ancora (meno qualcuno, ma la vita è così).

Insomma, un bel film corale, molto francese, per chi ama le commedie francesi.
Attori bravissimi e naturali come solo gli attori francesi sanno essere.
Bella anche la colonna sonora (c’è perfino Antony).

Si sorride (qualcuno rideva, ma io no perché su certi argomenti trovo non ci sia niente da ridere) e verso la fine un po’ si piange.

Ma solo un po’. In fondo sono solo petits mouchoirs, fazzolettini.

Niente di più.

soundtrack (la mia):

Annunci

3 thoughts on “les petites mouchoirs

  1. adanuova ha detto:

    Le commedie francesi mi piacciono perchè gli attori hanno una gestualità tutta loro. Sembra che vivano tutto con facilità. Nonchalance.
    E’ proprio quello di cui avrei bisogno in questo inizio estate.

  2. Fausto marchetti ha detto:

    Mi paicciono i film francesi da sempre , Jean Gabin, Simone Signoret, ultimamente ne ho visto alcuni che mi han fatto morire dal ridere. Uno è quello del bambino che vuole a tutti i costi un fratellino e l’altro quello di una banda di sbandati che vivono in una discarica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...