la verità

When You have no one
no one can hurt you.

Quando non hai nessuno
nessuno può farti male.

Bonnie “Prince” Billy

soundtrack:

Annunci

15 thoughts on “la verità

  1. Ada09 ha detto:

    Ma nessuno può farti nemmeno bene…

  2. luceinombra ha detto:

    veri entrambi i casi… soprattutto questa sera.

  3. estre ha detto:

    il mio vorrei lo scrivo qui:
    vorrei non trovare più frasi come questa sul tuo blog

    🙂

  4. luciacossu ha detto:

    …son passata e il mio vorrei non lo dico, meglio, ma ti lascio una cosa spero bella nhe per te. Auguri

  5. luciacossu ha detto:

    ..quando non hai nessuno tutti possono farti male…

  6. luciacossu ha detto:

    …quando si è soli, davvero soli, anche solo il desiderio o la speranza di esserlo meno danno un certo potere a chiunque, e se non lo danno e si è soli senza più nemmeno l’immaginazione dell’esserlo di meno questa mancanza è forse male ancora maggiore

    • alga ha detto:

      penso che sia esattamente il contrario, lucia. se si sta bene da soli si ha l’enorme vantaggio di non cedere a nessuno il potere di farci del male veramente.

  7. kovalski ha detto:

    ma sai che più ci penso, più mi vien da dire che quando non hai nessuno, chiunque può comunque farti male?

  8. luciacossu ha detto:

    lo dice meglio di me
    “banzai43 Dice:
    29 dicembre 2011 alle 11:00 | Replica

    Ciao Giorgia,
    saper vivere la solitudine è un dono. Quasi una forma di misticismo santificante. Però da non protrarsi. Da utilizzare solo per riflettere, leggersi dentro, catalogare le azioni e fare le scelte. Poi uscire. Il mondo è fuori. Là ci si deve confrontare. Là ci si deve battere per gli ideali che sono in ciascuno di noi. Quelli dettati dalla nostra coscienza.

    Buon 2012, cara Giorgia e buon futuro.

    banzai43”
    da qui http://georgiamada.wordpress.com/2011/12/19/intervista-inedita-di-pier-paolo-pasolini/#comment-233

    • alga ha detto:

      la percezione della solitudine è molto personale. la mia non esclude nessuno ma mi mette al riparo da tutti. c’è un limite, perché vado nel mondo ma non mi lascio più invadere. mi piace e durerà finché voglio, finché avrò bisogno di proteggermi. forse banzai si riferisce ad un tipo di clausura monastica? ci si può confrontare (e lo faccio ogni giorno) pur restando soli. è bello 🙂
      buon anno lucia 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...