cattiva condotta

Sono in possesso di 500 grammi di orecchiette di grano arso, una cosa artigianale introvabile, qui al Nord.
Cibo da poveracci, quelli che avevano meno di niente, e raccoglievano gli avanzi degli avanzi.
Per dire, la farina di grano bruciato si faceva con le stoppie arse sui campi alla fine della mietitura.
Roba da pazzi. Pare siano squisite col ragù e la ricotta dura grattugiata sopra (poi vi farò sapere, nel caso ho il numero di telefono del pusher).

Sono in possesso di un vero navigatore satellitare, così non mi perderò più 🙂 e di un manuale di cucina in lavastoviglie, così avrò altro da sperimentare (grazie, Estrellita).

Sono in possesso di una bellissima collana di cristalli colorati, pagata una miseria ma di gusto straordinario.

Sono in possesso di un sacchetto di taralli fatti a mano, con l'olio extravergine e le cime di rapa (grazie, Giovi). Hanno un sapore che è la fine del mondo.

Sono in possesso di Bad as me, un album strepitoso che mi sto ascoltando uorauora. Grazie, Tom, per invecchiare. e invecchiare così bene.

Ci sono volte che mi sento poverissima.
Ma, scusate, oggi mi sento ricca oltre ogni dire.

soundtrack:

Advertisements

10 thoughts on “cattiva condotta

  1. tiptop ha detto:

    ecco, e su splinder non c'è il tasto Mi piace!

  2. Romins ha detto:

    Quelle orecchiette sembrano davvero uno spettacolo!!!!

    Però permettimi di sfatare un mito: noi con il Tom tom ci siamo persi ovunque! Ho già fatto due viaggi all'avventura con la decisione presa in partenza di non usare il Tom tom e finalmente non mi sono persa!
    Purtroppo il Tom ti toglie il senso di orientamento, la capacità di consultare cartine cartacee d'insieme e soprattutto non guardi più i cartelli. No, non va bene. Ho deciso di sdrogarmi da questa dipendenza. Che poi non succede solo a me, il Tom ama portarti nelle strade sterrate e far tagliare ad ogni costo, anche passando dai cortili privati.

  3. algaspirulina ha detto:

    tippe: 🙂
    romins: non ho mai posseduto un navigatore, normalmente mi perdo sempre, e non ho ancora visto se è un tomtom. il tom che ringraziavo era un altro 😀

  4. Ada09 ha detto:

    La farina di grano arso la conosco.. 🙂

  5. Romins ha detto:

    Ho visto il Tom che ringraziavi!

  6. utente anonimo ha detto:

    Tenerissima Alga,
    sei ricchissima di amore dentro di te … e lo offri a piene mani a tutti coloro che te lo chiedono ….
    Non mi devi ringraziare per un misero sacchetto di taralli.
    Sono io che ringrazio te, per la tua presenza discreta e luminosa, in questi giorni bui di questa vita imperfetta di genitore inadeguato.
    Ti voglio bene.
    Giovi

  7. utente anonimo ha detto:

    basta poco, che ce vo'?
    🙂
    helma

  8. algaspirulina ha detto:

    ada: per forza le conosci, sono pugliesi! 🙂 ci sono ancora sopra le impronte digitali, pensa. approvi il condimento?

    romins: ma scherzavo! 🙂

    giovi: tutte le volte che leggo cose così su di me, mi stupisco 🙂 e poi non è un misero sacchetto di taralli. era quello che desideravo in quel momento, e tu me l'hai regalato! e (per fortuna) siamo tutti genitori imperfetti. e ti voglio bene anch'io 🙂

    helma: 🙂 come stai?

  9. lorypersempre ha detto:

    Mai sentita la storia del grano arso, però mi sembra interessante.
    Una meraviglia nata dalla miseria, come certe ricette regionali ricavate dal quinto quarto della macellazione degli animali…
    Leela

  10. algaspirulina ha detto:

    ah, il quinto quarto 🙂
    sbav.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...