pierino la peste

Mangio quando ho fame, bevo quando ho sete, dormo quando ho sonno.
E fumo tutte le volte che mi gira.

In più, parlo quando mi sento di parlare (e dico sempre quello che penso) anche se, ultimamente, ho imparato a stare strategicamente zitta.

Di notte non ho sonno, quindi dormo poco (e quel poco solo perché sono costretta). In compenso, ho sonno di pomeriggio.
Di pomeriggio, ovviamente, non posso dormire. Ma di notte il sonno mi sparisce. Quindi praticamente non dormo mai.

Se ho caldo tengo le finestre aperte, anche quando qui nella bolla fanno il trattamento antizanzare.

Se ho lo stomaco chiuso ed è ora di pranzo, non mangio. Se mi viene fame alle sei di sera, allora sì.

Sono sincera fino all'autolesionismo, spietata con me stessa, certe volte troppo accondiscendente con gli altri.
Però se gli altri mi deludono o mi feriscono, taglio la corda, senza dare spiegazioni.

Sono estremamente socievole ma se non vale la pena, allora sto meglio da sola.
Stare da sola, alla lunga, mi dà l'angoscia. Torno ad essere socievole, poi ci ripenso.

Lo so che non posso andare avanti così.
Lo so che, alla fine, tutto questo si ritorce contro di me, tipo come se mi sparassi in faccia un sasso con una fionda.

Un giorno qualcuno mi disse vede, signora, gli altri vorrebbero che lei ballasse il valzer, invece lei balla il tango.
Infatti. Non ci posso fare niente, probabilmente ho un organismo contraddittorio.

Forse dovrei fare il metronotte 🙂

soundtrack (e che voce, ragazzi):

Annunci

13 thoughts on “pierino la peste

  1. utente anonimo ha detto:

    Cara Alga…separate alla nascita? Sto anche diventando bionda!!! Più gli altro volevano c he ballassi il valzer, più io mi incaponivo con ogni sorta di ballo! Dico ciò che penso, impulsivamente, ma ora, sarà l'età??, a volte taccio. Mi dò con entusiasmo e generosità nelle relazioni , sino sentimentali che amicizie, ma se mi deludono, mi ferscono, taglio e me ne vado. Meglio sola, Ma poi dopo un pò mi pare che tutto il mondo attorno a me viva,  e io sia l'unica solitaria, come un insetto in quarantena! Uffa!!! Un caro amico medico, che in passato ascoltava le mie paturnie e  i curava con i fiori di Bach, un giorno, dopo avermi ascoltata per l'ennesima volta, mi disse: "Vedi, tu sei questa roba qua. E' inutile che ti arrabbi, che recrimini, che ti disperi…Sei fatta così, prima lo comprendi e meglio starai!" Ma, dico io, perchè sono fatta così male?! Oppure, perchè mi faccio tutte queste seghe mentali e non mi accontento di guardare le trasmissioni  della De Filippi? 😉 Baci. Viola

  2. ellemaipiu ha detto:

    A me piaci così come sei. Contraddittoria, vera e semplicemente umana.

    A presto.

  3. Morganalarossa ha detto:

    Cara Cri, mettiti il cuore in pace: quando si nasce profondamente intelligenti, profondamente sensibili si vive di merda. E' una verita' banale, ma che fa ulteriormentw soffrire, lo so.
    E non consola di sapere di vedere forse le cose piu' chiaramente di altri, o semplicemente con piu' sincerita'.
    Non ci puoi fare niente se non INCOMINCIARE a pensare che non sei tu quella sbagliata. Lo sembri alla maggior parte delle persone che ti circondano perche' fai paura. Le persone intelligenti, fanno smpre paura.
    Non sono gestibili, a volte neanche da loro stesse…
    Lo dico a te, e in parte lo dico anche a me stessa: imparare che NON siamo noi quelle sbagliate.
    (Come scriveva la Merini? "Ci sono tante mosche in giro, perche' c'e' un mucchio di merda". Ecco 🙂 )

    Ti abbraccio!
    M.

  4. algaspirulina ha detto:

    care, care ragazze 🙂

    cara viola: mi fa ridere che stai diventando bionda 😀 dobbiamo per forza incontrarci, prima o poi. ti lascio la mia mail
    chica.tortina@gmail.com
    e ti abbraccio

    cara elle: che bello, mi fa piacere sapere di piacere a persone che mi piacciono 🙂

    cara morghy: a cinquant'anni è dura ricominciare, ma io ci provo, tutti i giorni.
    guardo le persone che ci sono riuscite. tu sei più giovane di me, ma ce la fai, ce l'hai fatta, in tutti i sensi e in molti campi. sei piena d'amore e di compassione (nel giusto senso etimologico del termine), sei piena di creatività, sei piena di vita. ti ammiro, tanto.

  5. Nachtluft ha detto:

    Sono stupita: tutto quello che hai detto mi rispecchia totalmente, soprattutto la parte dell'essere socievoli, poi voler stare da soli, e poi farsi prendere dall'angoscia. Ho visto che anche l'altro utente ha scritto che prova le stesse cose, quindi mi chiedo:
    Siamo davvero così diversi al mondo? Oppure siamo tutti uguali, e l'essere diversi è solo una maschera?

  6. algaspirulina ha detto:

    senza voler generalizzare, penso che sia un atteggiamento mentale tipico femminile e tipico delle donne che hanno già avuto periodi di lunga convivenza, poi terminati.
    siamo tutti/e animali sociali, ce l'abbiamo nel dna. alla fine, viviamo meglio in branco che in coppia 😉
    la solitudine non è mai bella di per sé, ma si può imparare ad accettarla e perfino ad amarla. per una donna che, in coppia e in famiglia, è "costretta" a varie incombenze e abitudini forse più di un uomo, tante volte solitudine può essere sinonimo di libertà.
    naturalmente la libertà ha un prezzo e la mancanza di affetto dopo un po' pesa. quindi capita che certe volte una si senta in difficoltà.
    non so, forse davvero bisognerebbe imparare a vivere in gruppo, o vicini agli amici, senza privilegiare la coppia come l'unica (o la più desiderabile) modalità di stare in compagnia.
    di sicuro la vita sarebbe più facile, non si rischierebbe di indurire e poi il resto magari verrebbe da sé, senza forzare 🙂

  7. algaspirulina ha detto:

    p.s.
    … e benvenuta, nacht 🙂

  8. algaspirulina ha detto:

    e per viola:
    scusami, mi sono dimenticata una c nell'indirizzo e-mail 😀

    chicca.tortina@gmail.com

    🙂

  9. Morganalarossa ha detto:

    Ti ringrazio per le tue parole, che non possono non emozionarmi. Ma credimi, non ti fidare delle apparenze. Non invidiare (so che e' linvidia, quella bonaria, quella positiva) proprio me.

    Non ascolto mai i consigli altrui, figurati se mi permetto di darne. Pero' mi e' stato detto di inziare a pensare alle cose che ho fatto nella vita, e non a quelle che non sono ancora riuscita a fare. E mi sento di condividerlo con te.
    Hai ottimi motivi. Inizia a farti un elenco, vedrai:-))))

  10. dors_venabili ha detto:

    vede, signora, gli altri vorrebbero che lei ballasse il valzer, invece lei balla il tango..

    …e adesso, samba!

  11. aeroporto ha detto:

    "Mangio quando ho fame, bevo quando ho sete, dormo quando ho sonno."

    affermazioni cartesiane.

    un buon inizio di settembre.

  12. utente anonimo ha detto:

    Conoscevo uno che aveva problemi con il sonno, e alla fine ha fatto l'autista dei taxi.

    😉

  13. utente anonimo ha detto:

    amemipiaci ciau

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...