il mattino dopo

                                                                               
Con una temperatura da piombo pressofuso e un tornado in arrivo, metto su After the Gold Rush (che, anche se non è un disco allegrissimo, ha un sacco di buone energie dentro) e rimonto in sella.
Ma stavolta il passo è più lento.

Considerato che non mi si fa mai uno sconto su nulla, anzi, quelli che dovrebbero amarmi e proteggermi sono i primi ad avventarsi, cerco di pensare ai momenti in cui sono stata felice. E non sono pochi.

Per esempio, una notte di fuochi artificiali, su una canoa nel bel mezzo del Po. Le volte che mi sono svegliata con qualcuno che amavo lì vicino, che respirava (adulto o bambino poco importa). Le cene con gli amici. Mia madre che si trucca davanti allo specchio e io bambina che la guardo. La volta che ho visto Los Angeles dall'alto, atterrando. La campagna della Virginia, pensando ad una vita nuova. In sala parto, quando ho guardato l'orologio ed erano le 17 e 13, e avevo mia figlia tra le mie braccia per la prima volta. Mentre camminavo, in novembre, verso la panetteria di Dogville e tutto era spoglio e triste ma io mi sentivo così fortunata perché avevo a casa qualcuno di speciale che mi aspettava.

Ma non va bene vivere di ricordi. Sto nel presente, anche se non è una passeggiata. Ascolto Neil Young, mi dispongo al rito degli zucchini in carpione e penso che tra due giorni partirò. Saranno due settimane di sonno e di letture, in un posto che mi piace. Per il momento va bene così.

soundtrack:

Annunci

8 thoughts on “il mattino dopo

  1. lorypersempre ha detto:

    Il segreto della felicità è semplice: non aspettarsi nulla dagli altri.
    Così, quando qualcosa arriverà, sarà un dono meraviglioso 😉
    Buone zucchine e buon viaggio,
    Leela

  2. utente anonimo ha detto:

    Certo che tirarsi su a suon di Neil Young ce ne vuole. Certo meglio ATGR che Tonight's The Night, però insomma….

    Cmq sempre buongustaia!

  3. algaspirulina ha detto:

    leela: non mi aspetto nulla da nessuno, in generale. ma dalla mia famiglia d'origine sì. lo so che è un mio difetto e ci sto lavorando su. magari prima o poi ce la faccio e poi lo dice anche woody allen, che esiste il superamento 😉
    ti abbraccio 🙂

    imadashell: grazie per il buongustaia, so che viene da una fonte autorevole 🙂
    effettivamente ho gusti musicali leggermente malinconici e cupi.
    le mie ultime scoperte, di cui mi drogo giornalmente:

    other lives, tamer animals
    ema, past life martyred saints
    the antlers, burts apart
    explosions in the sky, take care, take care, take care

    sono un mostro, lo so 😉

  4. aeroporto ha detto:

    buone vacanze allora. una buona estate, e non cucinare, fai cucinare.

    (spero tu abbia capito  con leggerezza)

    per portarti sulla "strada"  direi che è da "cucina" cinese

     

  5. utente anonimo ha detto:

    Anch'io ho 2 settimane di vacanza, ma partirò martedì. Sonno, cibo, passeggiate, mare e tanti libri. Lo so che in certe sere mi sentirò un pochino sola ma…pazienza! Riposati Alga, rigenerati, e quando tornerai sarai un fiore! Un bacio Viola

  6. algaspirulina ha detto:

     allora buone vacanze anche a te, viola 🙂

  7. lorypersempre ha detto:

    p.s. a proposito di cucina, se ti va passa da me e… buon appetito! 😉
    Leela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...