mare largo

Faccio esperimenti.
Con i torcetti, per esempio.
Meglio quelli di pastafrolla, duretti ma aromatici, o quelli di pasta di pane, più fragranti ma forse troppo eterei?

E le paste di meliga, vanno bene quelle estreme o devo addomesticarle un po'?

I giorni passano, fuori sono gonfia come un pallone, il pomeriggio è un dolore che mi stringe lo stomaco e la schiena e arriva un'ora della notte che mi vengono gli occhi da batrace.
Ma non importa, il fuori. Per quanto riguarda il fuori, dico volentieri addio a tutto. Il fuori non mi importa più. Importa il dentro, invece.

Ché stavolta sono davvero all'inizio di un viaggio.
A bordo di una piccola zattera, ma vabbé, il viaggio è in mare aperto. È bello e fa paura: riuscirò a guardare in faccia la bellezza, fottendomene della paura?
Attualmente la mia pelle dice di no.
Io dico di sì 🙂

Dedizione è la parola magica.
E la mia dedizione è assoluta.

Ieri notte ho fatto un dolce monferrino, la ricetta è datata 1890. Si chiama dolce di zucchero bruciato e ha un sapore soave.
Soave è la definizione giusta, sì.

Chi si guarda nel cuore sa bene quello che vuole, e prende quello che c'è.

soundtrack:

 

Annunci

5 thoughts on “mare largo

  1. utente anonimo ha detto:

    Ciao Alga. Dolce di zucchero bruciato? Sono manferrina, ma non l’ho identificato. Tipo tartrà? Cos’è questa cosa che del fuori non ti interessa più….? Ok, il DENTRO è quello importante, ma fuori c’è anche quella deliziosa petite robe noir…con le mani sul davanti…Un bacio Viola

  2. Ada09 ha detto:

    Che bello questo post…pieno di parole che mi piacciono 🙂

  3. lorypersempre ha detto:

    Ma si, dai, che ce la farai.
    Leela

  4. algaspirulina ha detto:

     ada: tu sì che mi capisci. a modo mio, sono un'artigiana come te 🙂

    viola e leela: è che il fuori non funziona più tanto e non ho tempo né voglia di starci dietro e/o rimpiangerlo. ma sì che ce la farò, come sempre. è solo questione di tempo 🙂

  5. utente anonimo ha detto:

    paste di meliga da addomesticare…sulla distanza non reggono 😉
    cl

    P.S. cmq le ho trovate interessanti, poi ql mi ha fatto notare che sapevano di olio (…) e si è verificato un blocco gustativo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...