la ragazza con gli stivali rossi

Non sono adatta a fare la moglie.
Non sono adatta nemmeno a fare la fidanzata.
Di certo non sono adatta a fare l'amante, sappiatelo 😉
Per alcuni non sono adatta a fare la madre.
Per altri non sono adatta a fare l'amica.
Per altri ancora non sono adatta a fare la sorella.
Il mio capo sostiene che non sono adatta a fare il mio lavoro perché sono troppo skillata 😀
Per mia madre (anche se non l'ha mai detto chiaramente) molto probabilmente non sono adatta a fare la figlia.

Tutte queste cose, in un modo o nell'altro, mi provocano dolore.

Però so per certo che sono molto adatta a resistere e a cucinare.

E, a dispetto del dolore, ne sono orgogliosa 🙂

soundtrack:

Advertisements

10 thoughts on “la ragazza con gli stivali rossi

  1. utente anonimo ha detto:

    Per me sei adatta a scrivere. Mi piace "leggerti", qualunque sia l'argomento del giorno… diciamo che ha ragione il tuo capo, sei skillata! 😉
    Helma

  2. utente anonimo ha detto:

    elogio all'inadeguatezza…!
    cl

  3. utente anonimo ha detto:

    io avrei voluto una mamma che posta queste canzoni 🙂

    Manu

  4. utente anonimo ha detto:

    Sai scrivere molto bene, e a quanto pare cucini divinamente. E se chiediamo alle tue amiche diranno che sei un'ottima amica…e a tua madre in fondo piaci come figlia…e sei una mamma con un grande cuore… Cos'è questo post-autodistruzione??? Cucina, e se proprio non sai più dove mettere i manicaretti….vincerò la riluttanza che ho a venire nella tua città e passerò a ritirare i viveri!!! ;-D   Viola

  5. algaspirulina ha detto:

    viola, non è un post-autodistruzione 🙂
    cloud potrebbe dire che è un post isterico 😉 ma alla fine è solo un post-considerazione, molto consapevole e anche molto tranquillo.
    sì, ho delle amiche (poche ma buone, come si suol dire) e so che sono importante, per loro.
    so anche che so tenere la penna in mano, come dice sempre il mio cugino preferito e dice anche che dovrei farmi coraggio e scrivere una volta per tutte delle mie avventure, ché il libro andrebbe a ruba 😉
    ma è anche vero che vivo (e forse me le coccolo anche) vicino a vere voragini, come tutti. come tutti cerco di tenerle sottochiave, ma ogni tanto la porta si apre e mi manca il respiro. dura un paio di giorni e un paio di notti insonni (le altre normalmente sono di cinque ore, ormai ci ho fatto l'abitudine), poi ritrovo la chiave e richiudo la porta a doppia mandata.
    … e passa a ritirare quando vuoi, ti aspetto 🙂

    calvin, guarda che sabato prossimo plano sotto la mole. non so se posso arrivare fino al lingotto (sono appiedata), ma un caffè di corsa in piazza vittorio? 🙂

  6. utente anonimo ha detto:

    una partigiana dei fornelli, insomma. saresti perfetta per un film di almodovar 😉

    estrellita

  7. sim.64 ha detto:

    Ecco Alga, avrei potuto scriverlo io questo post… solo che io non so cucinare ;-)Un abbraccio per la paura superata! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...