le follie dell’imperatore

Vale la pena, una volta tanto, fare una follia.
Soprattutto se serve (e serve, eccome) a difendersi dalla follia degli altri.

Dopo una cena di capodanno strepitosa e multietnica [nel vero senso della parola: avete mai assaggiato gli involtini primavera fatti da una donna cinese, ma alla cinese? avete mai conversato di caponatine con una ragazza Tamil? e di khoresh con un affascinante uomo persiano? io sì :-)] e due giorni di letargo, ieri sera mi sono concessa un rito beneaugurante ed estremamente liberatorio per festeggiare il mio molto personale inizio d'anno.

Un anno che promette veramente tanto (finalmente) e che, se tutto andrà come deve andare, cambierà la mia vita.

La mia vita vera e il mio futuro stanno in cucina, per cui, afferrato un pesante martello, mi sono avventata (direi piuttosto allegramente) su una pentola di coccio finemente decorata, coperchio compreso.
E, sotto gli occhi esterrefatti di Spago, mi ci sono accanita riducendola praticamente in polvere.
Chiedo scusa ai vicini per il fracasso ma, credetemi, mi sono divertita un sacco.

Non avevo mai, nella mia vita, provato la forza dirompente e positiva che si scatena in una femmina che sfascia un servizio di piatti, e ben che ne ho visti, di film.
Probabilmente perché ai miei piatti ci tengo 😉
Ma questa, beh, è stata un'esperienza sconvolgente e direi sciamanica: stavo facendo a pezzi tutte le energie (e le persone) negative alle quali mi sentivo, nonostante tutto, di rendere conto (poi me ne sono andata a fare il polpettone, che è riuscito benissimo).

Molto meglio della palestra e pure della meditazione. La consiglio a tutti/e. Davvero 🙂

soundtrack:

Advertisements

15 thoughts on “le follie dell’imperatore

  1. tiptop ha detto:

    Ho avuto un momento di autentico lancio di piatti, scaraventati per terra, con gioia!

  2. lorypersempre ha detto:

    Apperò! Allora evviva la piattoterapia 😉
    Leela 

  3. nonnacarina ha detto:

    Una delle mie future nuore applica questa terapia, ogni tanto
    Io sono troppo tirchia, o meglio attaccata alle cose per farlo
    Dovrei provare

  4. utente anonimo ha detto:

    Anni fa, quando avevo una famiglia più classica ma infelice, mi era successo di avere tanta voglia di spaccare qualcosa, ma poi avrei dovuto raccogliere i cocci. Allora ero andata su un balcone a ho rotto dei bicchieri contro la casa…tanto il gerbido che c'era sotto era mio… Ricordo la soddisfazione di sfasciare qualcosa!

  5. algaspirulina ha detto:

    beh, allora mi sa che (noi femmine, strano, vero? noi che siamo destinate alla riproduzione, alla cura, alla conservazione…) siamo tutte d'accordo 😀

  6. tiptop ha detto:

    siamo anche quelle che alla fine hanno più coraggio e decisione nel tagliare…. non parlo di me, in eterno bilico, ma leggevo tempo fa di elevate statistiche relative a donne in età, una volta cresciuti i figli, si sono separate al pensionamento del coniuge…..

  7. algaspirulina ha detto:

    già.
    il coraggio di troncare…
    proprio vero.

  8. utente anonimo ha detto:

    Già, il coraggio di troncare…io l'ho avuto non solo una volta, sempre per una sorta di coerenza, di non sentirsi più bene nel rapporto, di sentirsi segregata in un tunnel senza uscita… Per non voler stare lì solo per convenienza…E poi mi ritrovo a fare dei Capodanni sola, brindando con un moscato o una tisana… Tanto è lo stesso, nessuno che mi fa gli auguri..nessuno da baciare a mezzanotte…Qualche giorno fa un mio ex, mi ha detto che chi è da solo a Capodanno, ha seminato male durante l'anno… Ma io non semino nemmeno più…. Invece di rompere i bicchieri contro il muro ora semino soia…e faccio germogli ottimi. Forse non sono proprio centrata…ma sono una serissima bancaria..e pure, pare, ottima madre… Boh !!! Viola

  9. algaspirulina ha detto:

    viola… e un bel vaffanculo al tuo ex? 😉
    sai cosa si dice di una donna di carattere?
    che ha un brutto carattere.
    vedi tu 🙂
    (e non lasciarti manipolare dal solito grillo parlante)
    un bacio.

  10. tiptop ha detto:

    Perchè non seminare più? Non ti conosco, leggo qui i commenti, per cui magari dico cose che sai già, o che sono passaggi ià superati… ma il retorico seminare in te stessa? O meglio, seguire le cose che ti piace fare, dà soddisfazione a te, ma ti porta anche a confrontarti con l'esterno, conoscere gente… a me è capitato con lo scrivere, Alga pure, ed in più con la cucina i film e la musica, quanta interazione ha… ed una relazione se ha da venire verrà, è importante ma non fondamentale, per la serenità.

  11. boccadimiele ha detto:

    allora buon anno, alga. spacca tutto, questa volta metaforicamente.
    🙂

  12. ladygabibbo ha detto:

    buon anno alga, hai fatto benissimo, viola il tuo ex sbaglia:-)

  13. algaspirulina ha detto:

    buon anno calvin, buon anno lady.
    vi abbraccio 🙂

  14. utente anonimo ha detto:

    Infatti sto seminando, e il mio blog è già un modo per comunicare. E poi mi dedico molto più di un tempo a hobby che amo. Sono attività piuttosto casalinghe e femminili, per cui non favoroscono contatti con il mondo maschile, ma  l'essere single non mi addolora più. Va bè, Capodanno è un pò una istituzione, ma superato quello, per un anno sono a posto. E poi la vita è quella che è, non siamo noi a decidere il domani, per lo meno solo una piccola parte. Un abbraccio a tutte. Viola

  15. LaGamine ha detto:

    Cara Alga, buon inizio d'anno (anche se arrivo con un mese in ritardo… ormai i blog che seguo li recupero ogni tanto: leggo tutti i post insieme 🙂 ).
    Ti auguro di realizzare tutti i tuoi sogni, che sia un anno perfetto!
    Un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...