genitori in ostaggio

Il 2010 non è stato una passeggiata.
Ma fortunatamente, essendo una vecchia (tra l'altro ho anche compiuto cinquantanni, il che non è proprio come compierne venti) quercia, ho tenuto botta, come si dice qui nella bassa padana.

Però è proprio vero che, anche se ti sembra di averne viste di tutti i colori, non hai ancora visto niente.
E c'è sempre una prima volta.

Per esempio, a me stasera è toccato il battesimo del cinepanettone, ebbene sì.

Per i kids darei corpo e anima (e loro, purtroppo, lo sanno), sono disposta a tutto: sveglie ad ore imprecisate della notte e del primo mattino, veglie, accompagnamenti, ore di studio che fatalmente si trasformano in risse, segregazione serale per anni e anni.

Pur cercando qua e là di rifilar loro qualcosa d'autore, li ho portati a vedere decilioni (si può dire? non so, ma rende l'idea) di cartoni animati, film fantastici, film fintofantascientifici, film d'azione (per me totalmente soporiferi), credevo di essere ormai fuori dal tunnel.

Erroneamente.
Stasera la Cami mi ha formalmente chiesto di andare a vedere tutti insieme appassionatamente Natale in Sud Africa.
Confesso che mi si è accapponata la pelle, ma ero così felice di averli tutti e due, finalmente, a casa, che non ho saputo dir di no.

Così, sperando di non incontrare nessuno e pensando con grande angoscia e pesantissimi sensi di colpa a cosa avrebbero detto Concajoni e Woody Allen se avessero saputo (avevo anche pensato di indossare un sacchetto del pane con due buchi per gli occhi allo scopo di non essere eventualmente riconosciuta, ma i kids mi hanno cassato l'idea), sono entrata nel girone infernale della multisala più vicina, ho guadagnato la sala 12, mi sono seduta in sesta fila laterare e lì ho visto.

L'orrore.

Un delirio senza trama, un'accozzaglia di pessimi attori (alcuni bravi ma che facevano finta di essere pessimi) doppiati da loro stessi fuori sincrono, tette strizzate, tette rifatte, donne sofferenti di lordosi acuta, doppi sensi che non facevano ridere, schiaffoni alla Bud Spencer, ippopotami con crisi di scoreggie e perfino un leone spettinato da un rutto.

Non sono un'ingenua, sapevo a cosa stavo andando incontro.
Ma non fino a questo punto. D'ora in poi potete chiedermi addirittura di andare in ginocchio fino a Pioltello, o di non mangiare cioccolata fino al prossimo Natale, ma di tornare a vedere una schifezza del genere no. Mai più, never more, jamais. Non ci sono kids che tengano.

E beh, anche se sono un'estimatrice e una praticante del lamento, anch'io in fondo ho i miei lati thinkpink.
Tipo che poco fa, mentre in cucina stavo placidamente preparando lo stratosferico macco di fave che porterò in dote (è proprio il caso di dirlo) domani sera a cena da amici, insieme con la caponatina di melanzane, le panelle, lo stracotto e il cheesecake ai mirtilli, pensavo che il cinepanettone è stata l'ultima prova dell'anno, una specie di contrappasso: da mezzanotte in poi tutto sarà più facile, più buono, più bello.

La coccinella che, improvvisamente e chissà poi da dove, mi è planata su una spalla, ne è stata l'irrevocabile conferma.

p.s.
non vi faccio gli auguri, ma vi mollo la ricetta del portentoso macco (che non è mia bensì del mio amico, grande chef, Filippo La Mantia).

mettete in una pentola piena d'acqua leggermente salata 500 grammi di fave secche decorticate, due patate piccole pelate, un mazzetto di finocchietto selvatico, qualche foglia di basilico e qualche foglia di alloro.
portate a bollore e cuocete a fuoco dolcissimo per circa tre ore.
frullate col magico minipimer.
servite con un giro d'olio evo, una macinata di pepe nero e una grattata di caciocavallo ragusano.

p.p.s.
il macco farà parte di un tris siciliano, accompagnato dalla caponatina e dalle panelle.
la ricetta delle panelle, se avete la pazienza di cercarla, la trovate da qualche parte qui sul blog.

soundtrack:

Advertisements

8 thoughts on “genitori in ostaggio

  1. utente anonimo ha detto:

    Ciao,

    sono una bloggher "ombra", mi diverte molto leggerti e spesso mi
    sento vicina a te in certe situazioni…
    ti abbraccio forte e .. tieni duro con i "kids", per noi mamme loro sono
    la ns. vita, sono TUTTO (o quasi)

    Buon 2011

    un' ammiratrice (Mantova)

  2. utente anonimo ha detto:

    Ciao, sono Viola. Per capodanno mi accontentavo di una puntatina il 1° a Genova, ma virus mi blocca. Conto di andarci il 2. Il cinepanettone l’ho visto anch’io. Da secoli ormai andavo al cinema da sola o con mia figlia. Un amico mi chiede una decina di giorni fa di andare al cinema. Ma va bene! La cosa più vedibile era un film sempre natalizio, ma più accettabile. Natale in Sudafrica non l’avevo nemmeno preso in considerazione. E invece siamo proprio andati a vedere QUELLO. Anche a me le scorregge di ippopotamo non divertono molto…Era un film basato sul nulla, nulla di comico…penoso direi. E pensavo che ci sono attori che lavorano tre mesi l’anno, guadagnano per campare alla grande, e producono schifezze.. E c’è pure chi si diverte…Anch’io la prox volta mi rifiuterò. C’è un limite e tutto. Buon anno Alghina, qui non ho visto coccinelle, ma le colleziono, e spero che la loro immagine sia di buon auspicio.

  3. aeroporto ha detto:

    Le panelle! Orpo che meraviglia. Un saluto e buon prossimo.
    è da poco che  l'ho mangiate.  eran rotonde che brutta cosa, però. devon esser  sfrangiate a zig zag, con le forbici da sarta (quelle strane) o con quel coso che ha una rondella zigrinata, com'è che si chiama quel coso? La farina di ceci, gran cosa sono i ceci. ancora un augurio, ciao.

  4. utente anonimo ha detto:

    Buon 2011 Alga!!
    Rido per il tuo post: io stasera, se va bene vedrò La banda dei babbi Natale e se invece l'anno vorrà finire come è stato negli ultimi due mesi…..finirò anch'io a vedere sto capolavoro così ben recensito…….
    dal menù ti invidio molto il cenone …ti auguro di godertelo tutto!
    Anna

  5. algaspirulina ha detto:

    che cari che siete, tutti quanti 🙂
    mi avete fatto cambiare idea, così gli auguri ve li faccio anch'io.
    e con l'occasione rendo noto che le mie panelle sono sfrangiate, come piacciono ad aeroporto 😉

  6. Ada09 ha detto:

    Noi oggi siamo andati con genietto a vedere le cronache di Narnja. I cinepanettoni spero di non doverli vedere mai… ma chi può dirlo?
    p.s. al posto delle panelle noi oggi mangiamo le fritt'l (provo a scriverlo così), chissà se le hai già assaggiate.

  7. tiptop ha detto:

    ecco nei buoni auspici, sentendo in giro un vero rigetto dei cinepanettoni, mettiamoci che questo sia l'ultimo anno di cinepanettoni e di governopanettone…
    ciao Alga buon divertimento stasera!

  8. lorypersempre ha detto:

    Eh. Ti sei cinepattoneorrorizzata, ed hai pure pagati per tre 😉
    Oggi tocca a me ma io sono riuscita a deviare sull'altro cinepanettone, scegliendo il male minore…
    Leela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...