quel treno per yuma

Alga ha deciso che vuole andare a vedere il mare d'inverno, è assolutamente indispensabile.

Così si sveglia alle sei e mezzo del mattino anche se è domenica e arriva sul binario a Lambrate in orario perfetto.
Senonché una voce da orco annuncia che il regionale delle otto e dodici è stato soppresso.
Incredula, Alga si trascina lungo la banchina brandendo il suo biglietto già vidimato e in un impeto di coraggio si caccia in metropolitana.

Arrivata in Centrale, scopre che la stazione è semideserta e che, peggiancora, tutti i regionali sono stati cancellati, sulla linea per il mare. C'è solo un intercity che parte con ottanta minuti di ritardo, non si sa nemmeno da quale binario.
Aspettare un'ora e mezza in piedi con la pipì che scappa è un'impresa, ma Alga è una donna determinata e testarda e finalmente, dopo cinque ore di peripezie e un assalto al treno stile cheyenne, sbarca a Principe sotto un cielo greve di pioggia.

Passano solo tre ore e Alga è di nuovo a bordo, questa volta dell'unico (pare) regionale superstite.
Che ci mette quattro ore a guadagnare Lambrate. Per forza, ferma a tutte (ma tutte) le stazioni!

Lei intanto, come si scriveva nei temi stanca ma felice, tra un abbiocco e l'altro pensa che ne valeva la pena.
Che la vita è, indubbiamente, strana.
Che meno male che non ha piovuto.

E che il mare che ha visto dalla spiaggia di Bogliasco, mentre il libeccio le scompigliava i capelli, era proprio bello.

soundtrack:

Annunci

10 thoughts on “quel treno per yuma

  1. Ada09 ha detto:

    Concordo: hai coraggio e voglia di vita da invidiare.

  2. utente anonimo ha detto:

    mi hai fatto venir voglia di mare…
    Helma

  3. algaspirulina ha detto:

     🙂
    la voglia di mare non è mai abbastanza.

  4. utente anonimo ha detto:

    Che bella cosa hai fatto Alga! Sono le domeniche che piacciono a me.  A saperlo partivo anch'io e ci trovavamo a Genova.. Perchè.."Genova per noi, che stiamo in fondo alla campagna…"  Non importa il disagio, non importa il cielo greve, ti sei regalata una giornata speciale.  Brava! Viola

  5. boccadimiele ha detto:

    mamma mia, alghina, che donna che sei!

  6. ladygabibbo ha detto:

    brava alga, bellissima giornata:-)

  7. utente anonimo ha detto:

    Qui al mare spesso ci dimentichiamo la fortuna che abbiamo. Grazie di avercelo ricordato.
    Galliolus

  8. tiptop ha detto:

    Ho pensato spesso di farlo, e non lo ho mai fatto… adesso mi "accontento" del lago, l'acqua comunque sia ha un enorme potere distensivo su di me. E lago maggiore e Liguria sono pilastri della mia vita affettiva, posti dove mi sento "a casa".

  9. algaspirulina ha detto:

     il mio quadrisnonno materno era genovese. si vede che qualcosa è passato, altrimenti non si spiega la mia fissazione per boccadasse e per la focaccia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...