sogni d’oro

Certe notti, per arrampicarmi sulla scala a pioli del mio letto, per sdraiarmi tra i libri di cucina e i romanzi, per tirarmi addosso le coperte, per spegnere la luce e chiudere gli occhi e decidere di dormire mi ci vuole un gran coraggio.

Un gran coraggio, davvero. E, ancora oggi, non so come ho fatto, non so come faccio e, soprattutto, non so come farò.

È perfino più difficile che guidare in autostrada (cosa che notoriamente mi terrorizza: se mi devono venire gli attacchi di panico, capita sempre al casello di partenza :-/), eppure, in un modo o nell'altro, finisce che ci riesco.

Trovare quel coraggio ha veramente del miracoloso.
Si vede che mi arriva da qualche parte e che sì, forse i miracoli accadono.

soundtrack [;-)]:

Advertisements

8 thoughts on “sogni d’oro

  1. Ada09 ha detto:

    Non credi che a volte ci voglia più coraggio ad aprire gli occhi e scendere da quel letto?

  2. algaspirulina ha detto:

    anche.

    ma, nonostante tutto, mi resta la speranza che il nuovo giorno porti un cambiamento.
    così, è un po' più facile alzarsi che andare a dormire.

    solo un po', eh? 😉

  3. ladygabibbo ha detto:

    alla fine ne hai un bel pò di coraggio:-)

  4. utente anonimo ha detto:

    Anche per me è più difficile coricarmi, tirarmi su le coperte, spegnere la luce e pensare alla giornata trascorsa… Giornata magari pesante, oppure così così, solo grigia, che di per sè non sarebbe un disastro, ma si somma a migliaia di altre simili e diventa un macigno.  E soprattutto il pensiero i giorni futuri saranna al massimo così, se non peggio…Per fortuna mi corico quando sto per stramazzare, per cui mi schianto sul lettone e in tre minuti dormo secca.
    Il mattino è meglio: un giorno nuovo, una pagina bianca, chissà
    Viola

  5. lorypersempre ha detto:

    Agorafobia, solitudine, mal di vivere o cosa?
    Leela

  6. algaspirulina ha detto:

    mal di vivere non credo: io in fondo la amo, la mia vita difficile 🙂
    direi piuttosto troppe proccupazioni, ma davvero troppe.
    e anche un po' di solitudine, quella sì.
    anche se ci sto venendo a patti 😉

  7. lotrovassi ha detto:

    "io in fondo la amo, la mia vita difficile" è una delle migliori risposte alle molte (troppe ?) domande che mi faccio ultimamente. 

    Ciao Cri ! 

  8. algaspirulina ha detto:

    sì. credo che amare (ma veramente) la propria vita e il proprio percorso, comunque essi siano, sia una bella conquista.
    ciao 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...