com’era verde la mia valle 2

La mia salvia in vaso, quella che mi ero portata da Dogville, è morta.

Ciò nonostante, io continuo ad innaffiarla, come se niente fosse.

Ha resistito esattamente per due anni e cinquantadue giorni, davanti alla finestra, con tutte le foglie (che diventavano pian piano sempre più piccole) appiccicate al vetro.
Dev'essere stata dura, per lei, stare chiusa qui ad agonizzare con tutto quel verde a pochi metri di distanza.

Solamente la scorsa settimana ne ho usato un po' per fare la pasta e fagioli, poi all'improvviso deve aver deciso che non gliene fregava più niente e da un momento all'altro ha dato forfait.

Che la bagno a fare?
Non lo so.
Io la bagno, e basta.

soundtrack:

Annunci

9 thoughts on “com’era verde la mia valle 2

  1. Morganalarossa ha detto:

    Sai? ho fatto la stessa cosa con un rametto di castagno che avevo piantato, sperando diventasse un alberello. Due inverni e due estati, li', secco e nudo. Non so perche' mi sono ostinata a bagnarlo e a non gettarlo con tutto il vaso.Pero' ora ha messo due minuscole foglie… dicono sia quasi impossibile fare un bonsai di castagno, che non prenda. E invece e' li', con queste robe minuscole di un verde commovente.Dev'essere femmina quel ramo. Perche' ha resistito a tutto.Forse e' lo stesso motivo per cui tu bagni la tua menta…:-*

  2. aeroporto ha detto:

    dopo tre anni tiran tutte le cuoia. Poi se la si bagna troppo…La calla è andata in riposo vegetativo?Un saluto

  3. algaspirulina ha detto:

    credo di sì.oggi pomeriggio ho comprato un bulbone di amarillis.stavo appunto pensando di chiederti delucidazioni in fatto di messa a dimora ecc ecc 🙂

  4. ladygabibbo ha detto:

    l'ex moroso di mia figlia che lavora in un garden diceva che la salvia difficilmente vive più di un paio di anni in vaso…meglio così perchè mi sentivo un assassina:-D

  5. aeroporto ha detto:

    Seppelliscila viva a venti centimetri, con altrettanto attorno. Terreno ben drenato (venti per cento di sabbia) e che Dio te la mandi buona!Pare che sia utile pure per far fuori qualche impostore già che velenosa.Alle elementari (quarantacinque anni fa) girava questa barzeletta:Finalmente dopo mesi di appostamenti un solerte contadino riesce a catturare una famelica talpa, distruttrice di orti e varie. Portata trionfalmente in piazza con soddisfazioni del paese tutto decidono di ucciderla.-Bruciamola! – fanno alcuni sadici.-No, no impicchiamola- Altri memori d'esecuzioni forse da "far West" cinematografiche.- Schuoiamola!- No. Peggio peggio. Seppelliamola viva!Ecco, anche tu seppellisci il bulbaccio vivo.

  6. algaspirulina ha detto:

    lady: ora sono anch'io più tranquilla :-)aeroporto: grazie dei suggerimenti, sembra un rito catartico ;-)eseguo! 🙂

  7. aeroporto ha detto:

    Rappresentazione più che catarsi; benchè nell'indicizzare, parebbe la rappresentazione opposto. In verità v'è nel "bisogno" un fatto sempre allegorico che dev'essere a priori perchè moltiplicatore di meraviglie sensistiche prim'anco che moralegianti, etiche.Parrebbe tentenza psicologica quella d'esercitare un mestiere nelle scelte, nei gusti d'esprimersi, (la lingua è data) ma credo anche  una certa pigrizia, pigrizia come consuetudine ombra o solo in forma riduttiva come direbbe uno psichiatra che ha bisogno d'uno psichiatra  Super-io. Nella sintesi non vi è mai scelta, ma solo rappresentazione d'un concetto.Il mondo è rappresentazione non materia.Questo lo dico (sopratutto) alla cuoca non  alla giornalista emigueiana.P.S.Tutto questo per dire che: l'unico "bulbo" che considero con desiderio e rispetto è la cipolla di tropea, Tropea inclusa.un buon martedi

  8. amoleapi ha detto:

    anche fuori al sole se fa troppo caldo le salvie muoiono. Le stagioni piovose come questo 2010 hanno però dei vantaggi, non ho mai avuto una pianta di salvia così bella e dalle foglie tanto profumate.ciao.

  9. algaspirulina ha detto:

    ciao :-)che piacere rivederti qui!(io però ogni tanto vengo a leggerti, eh?!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...