non è un paese per vecchi

lago

Sì, d'accordo, vivo in un bel posto, non mi posso lamentare.
Quello lì è il laghetto, la luna si specchia nell'acqua, si sentono i grilli e le rane, le lucine a sinistra in fondo sono quelle del quartiere dei separati. Hanno i figli qui, e non vogliono andare ad abitare troppo lontano.
Questo posto sembra fatto apposta per essere felici, eppure ci sono un sacco di persone che vagano per il parco con la faccia scura.

Quelli che sembrano di buon umore hanno figli piccoli, sono giovani, oppure sono in coppia.
Nel parco ci sono le torri, che sono come mini grattacieli.
Ogni tanto qualcuno sale fino alla terrazzona dell'ultimo piano e si butta di sotto.
In un posto così bello, così verde e così chic, non lo diresti mai.
Eppure.

I kids sono partiti e invece di cenare sono andata a fare una passeggiata.
Fuori è meglio che dentro.
Fuori c'è la brezza e l'odore buono dei prati appena tosati.
Dentro, nel biloc, c'è sempre uncaldodellamadonna.

Camminavo e dalle finestre aperte vedevo le luci e sentivo i rumori delle famiglie a tavola.
E mi è venuto in mente quando andavo a comprare i libri di scuola in via Lagrange, era fine settembre e alle sette di sera ormai era quasi buio.
Io guardavo le persone che camminavano tenendosi per mano e pensavo che sarebbero tornati a casa insieme e che non gli importava, se faceva buio presto e l'estate era finita.

Avevo solo quindici anni, ma mi si stringeva il cuore.
Chissà perché.

soundtrack:

Annunci

2 thoughts on “non è un paese per vecchi

  1. Sciroppata ha detto:

    Forse la tristezza ci nasce nel cuore prima che la si possa davvero comprendere.Anche i miei 15 anni avevano un fondo scuro di tristezza.E quel fondo scuro non è passato affatto.

  2. utente anonimo ha detto:

    Ciao Alga, sono Viola. Io provo qullo struggimento quella malinconia da sempre all'imbrunire. Mi sembra di percepire un senso di esclusione. Le altre persone in famiglia, protette dai loro affetti, dalle case, con solo le finestre accese. ed io fuori, sola, tagliata fuori. Mi sentivo così a 6 anni ed è ancora attuale. Faccio una piccola parentese su "questioni di cuore" a proposito delle mappe emotive e del cuore che frulla… L'8 luglio nel mio blog scrivevo di un uomo che avevo conosciuto, di come mi sentissi bene con lui… Il cuore aveva iniziato un piccolo palpito….Ieri sera sono stata cancellata da questo uomo. Dopo 14 giorni che non ci vedevamo, dato che avevo la casa libera, gli avevo proposto di vederci…coccole e pizza. Mi ha scritto che poteva solo dopo le 21.3o, che doveva fare cose…Già, dopo solo 14 giorni dall'ultima volta ho osato chiedere 4/ 5 ore per noi… Troppe…Dice che non è pronto per una relazione. Il suo rapporto ideale è vedersi in tarda serata ma tornare a casa presto xchè poi si lavora.. Praticamente un ora e mezza in tutto comprensiva di sesso veloce. Quando avrai nuove mappe a cui attenerci…prova a venderle. Farai una fortuna. Scusa se sono andata FUORI TEMA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...