people we know

Strano ma vero.

Piùommeno lo si sarà capito, che sono del 1960 e, appunto, nel 1973, mi regalarono un 45 giri per il mio compleanno.
Questo.

Compivo tredici anni, ero biondissima coi capelli lunghi e longilinea ma burrosa, facevo la figlia dei fiori ma timidamente, ché andavo a scuola dalle suore.
E, timidamente, assaggiavo la musica che girava intorno, soprattutto con la radiolina nascosta sotto le coperte.
Supersonic, PopOff. Facevo le ore piccole di nascosto 😉

Ma ero anche ancora abbastanza ignorantella quindi, per due anni buoni, cioé prima di fare la conoscenza con le Loro Maestà gli Stones (difettavo di fratelli maggiori e i miei, che erano emiliani, andavano giù di Verdi e di Frank Sinatra quando proprio volevano fare i frivoli), ho creduto veramente che quella fosse la veramente vera Satisfaction.
E la trovavo fantastica (in fondo, a ben pensare, non è male, per essere una cover italiana).

Poi sono arrivati gli Stones e molto altro.

E poi ancora, a diciannove anni, un giorno per caso ho ascoltato questa.

Ci sono rimasta di sale.
Era così bella, così diversa, così ancora più liberatoria di quella che cantava Mick.
Era Anni Novanta, era devolution. Era il mio tempo.

Beh, ecco, suonerà strano. Ma è vero, alla fine non mi sono mai veramente innamorata dei Rolling Stones (se è per quello, nemmeno dei Beatles), a parte qualche pezzo ben preciso, e vale per tutti e due.

Però dei Devo sì, eccome. E forse un po' anche dei Tritons 🙂

Tutta questa pappardella per dire che, ieri, per caso, ho ascoltato questo.

E, insomma, dopo trent'anni, ci sono arimasta di sale.

Tutto il loro Something for Everybody è semplicemente strepitoso.
Energetico, robustamente rock, ironico e geniale.
Ascoltare, prego, per credere.

Che bello, sono ancora vivi.
Che bello, sono ancora viva 🙂

Annunci

6 thoughts on “people we know

  1. LittleFury ha detto:

    Condivido con te lo stesso stupore per questo nuovo capitolo della Devoluzione. Ho ascoltato una cinquantina di buoni dischi usciti in questo 2010, ma nessuno è come "Something For Everybody". E credo sia destinato a rimanere lassù fino alla fine, dato quanto li amo…Sul mio blog ho scritto anche una recensione del disco… se ti va di capitare ne sono più che felice…Ciao e complimenti per il blog.

  2. algaspirulina ha detto:

    oh. finalmente qualcuno che commenta questo post.e, se come penso guardando il tuo avatar, sei un zovinotto, da vegliarda innamorata (anche) della musica punk e postpunk, ne sono ancora più felice :-)corro a leggerti, e grazie per i complimenti.

  3. concajoni ha detto:

    Ho passato quell'intera estate del 73 ballando con satisfaction dei Tritons, ricordi di adolescente indimenticabili. Ero un fan accanito dei New Trolls e ti posso assicurare, avendoli ascoltati dal vivo, che si possono tranquillamente considerare i Rolling Stones italiani, almeno per un paio di opere, Senza orario e senza bandiera, e il celebre Concerto grosso, che hanno segnato una svolta nella musica del nostro paese.

  4. algaspirulina ha detto:

    oh. ed ecco uno del mio evo ;-)lo so, lo so che i new trolls sono dei grandi.ma ti consiglio i devo. anzi, la prossima volta che ci vediamo, quando mi porti a sentire devendra, mi ci porti in macchina (ché c'ho il terrore del tuo scooter, come tu ben sai).mi ci porti in macchina perché c'è l'aria condizionata e perché ti porto in dono, oltre a sara tavares, l'ultimo di quei signori lì, e ce li ascoltiamo sia all'andata che al ritorno, tanto il concerto sta in culandia, se ho ben capito 😉

  5. utente anonimo ha detto:

    Lunga vita ai ragazzi anzi agli ex-ragazzi di Akron, Ohio! Ci stavano più idee in uno qualsiasi dei loro dischi (persino in quelli minori, tipo New traditionalist) che in tutta la discografia di quegli straccioni grunge! Bei tempi quando si poteva parlare di devoluzione senza pensare alle adunate in riva al di po(XXX)Adesso corro a cercare questa nuova perla!GioCar (datato 66)

  6. algaspirulina ha detto:

    giusto!bravo!e benvenuto 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...