estasi

Questa volta l’ho fatta con le acciughe di Sciacca.

E sono diventata matta a spinarle, ché son piccole in confronto a quelle spagnole.

Ma il sapore, ah… quello…

La cosa più bella è che ho iniziato una persona al sacro intingolo.
Una che non ne sapeva niente e che alla fine mi ha detto: è proprio una bagnacaudacomesideve.
Testuali parole.

Sono rimasta di sale: anche una ragazza a cui voglio bene la chiama così.

soundtrack:

Advertisements

2 thoughts on “estasi

  1. tiptop ha detto:

    anche le acciughe erano rimaste di sale, prima… uè, 2 persone sono state iniziate, mica una!  

  2. lorypersempre ha detto:

    Mannaggia, non l’ho mangiata mai…
    Guarda, la prossima volta che vengo a milano ti avviso per tempo e ci si organizza. Tu, la tua bagnacauda, io, la marmellata di uva del mio giardino 😉
    Leela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...