julie & julia

Sai perché mi piace cucinare?
Perché dopo una giornata in cui niente è sicuro, e quando dico niente è niente, una torna a casa  e sa con certezza che aggiungendo al cioccolato lo zucchero, i rossi d’uovo e il latte, l’impasto si addensa.
È un tale conforto…

Ci sono film che, anche senza essere niente di che (nel senso che non pretendono di essere profondi, pregnanti, profetici, assoluti) ti fulminano e ti fanno innamorare all’istante.

Così è stato, per me, con Julie & Julia.

Semplicemente perché parla (anche) di me.
Di come potrebbe essere la mia vita ma anche di come (in fondo) è: una vita salvata dall’amore per la cucina.

Niente di più e niente di meno.
È difficile da spiegare e nella realtà, invece, è così facile.

Stare sveglia tutta la notte davanti ai fornelli, estasiarsi per un pandispagna riuscito alla perfezione (e al primo colpo, ma anche dopo dieci tentativi, non importa), godere spropositatamente annusando il basilico fresco pensando a quello che ci si farà piuttosto che assaggiando per la prima volta un ossobuco che si scioglie in bocca non è un delirio maniacale, ma qualcosa che ti può davvero mettere al sicuro da tutti i mali del mondo.

Cucinare, nel senso di far da mangiare (che poi diventa dare da mangiare) è un gesto apparentemente minimo, ma in realtà enorme: un buon piatto è sempre una dichiarazione d’amore.

Cucinare può essere un modo per scappare da una vita che non ti piace.
Può diventare un linguaggio speciale.
Può coccolare, entusiasmare, curare, sedurre.

E come tutte le vere passioni, può anche muovere le montagne.

soundtrack:

Advertisements

13 thoughts on “julie & julia

  1. Ada09 ha detto:

    Dovresti scrivere libri di cucina, parlando del cibo così come ne parli qui. Chissà, potrebbe diventare una seconda ancora di salvezza…

  2. lotrovassi ha detto:

    M’hai fatto venir fame !!!

    😀 

    Da poco ho imparato a farmi il programma settimanale dei pasti e spendo meno della metà di prima per fare la spesa… per cui entro in casa, guardo il foglietto – la lavagnetta è in budget per gennaio – apro il frigo e mi nutro…

    anche se sai bene che apprezzo molto la buona cucina… ;-)))

  3. utente anonimo ha detto:

    voglio vedere il film perchè ho pensato a te … 🙂

    un abbraccio
    Cl

  4. algaspirulina ha detto:

    ada: lo so 🙂
    sembra facile e invece è difficile.
    la testa e il cuore ci sono ma mancano tante cose, ancora.

    lotrovassi: beh, ma che noia le liste settimanali del cibo.
    mica sei un gatto, o un convalescente 😉
    le voglie gustative viaggiano in tempo reale, non sopportano tabelle.
    … e iscriversi ad un corso di cucina?
    potrebbe essere un bel viaggio 🙂

    cl: eh, dovevamo vederlo insieme.
    anche se un po’ troppo ammmmericano (troppa enfasi nel doppiaggio di streep, troppi martini) scommetto che ti piacerà.
    a me è piaciuto tanto il marito di julia: uno spettacolo.
    ce ne fossero, di uomini così…

  5. lotrovassi ha detto:

    Sulle liste hai ragione, ma son tanto comode… ;-)))

    Il corso di cucina l’ho fatto due anni fa, non te l’ho detto ? Vedi, sono pieno di sorprese !!! 🙂

  6. algaspirulina ha detto:

    sorpresasorpresa! 😀

    beh, più che dire, avresti dovuto fare 😉

  7. utente anonimo ha detto:

    Crissi l ho visto anche io il film è ovviamente ti ho pensato subbbbbito!!!

    Baciiii
    Gine

  8. utente anonimo ha detto:

    Sei una vera poetessa della cucina, riesci a spiegare benissimo cosa provo quando cucino per imiei cari e PER ME- forse ti ho già detto questa cosa-

    Un giorno con alcuni amici appassionati, vorrei fared un cineforum di film sul cibo, magari con assaggi in tema. Se cela faccio in questa vita giuro che in qualche modo ti coinvolgo.

  9. algaspirulina ha detto:

    prontaaaaaaaaaaaaaaaaaa!
    :-)))

  10. utente anonimo ha detto:

    cara alga:

    http://cazzarole.blogspot.com/2006/09/blogging-can-save-your-life.html

    (era il 2006: tempi meno sospetti di così… 😉

    marcella

  11. algaspirulina ha detto:

    grazie, milo 🙂
    sono andata a vedere e penso che abbiamo molte cose in comune.

  12. utente anonimo ha detto:

    sai che lo penso anch’io?
    🙂
    benvenuta su Cazzarole!

    marcella – milo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...