una solitudine troppo rumorosa

Abito in un posto che, in teoria, dovrebbe essere l’eremo del silenzio (almeno in confronto alla grande città).

Eppure, non è così.

Di notte, c’è quello del piano di sopra che tossisce (tossisce è un eufemismo), sempre.

Al mattino alle cinque si mettono a litigare (sempre di sopra, locazione esatta non identificabile), e finisce tutte le volte che si mandano affanculo (buon giorno, eh?).

Poi alle otto, ci sono i tacchi che stacchettano.

D’estate, dalle sette in poi, ci sono i tagliaerba in azione.
In primavera le motoseghe per cimare le siepi.

D’agosto, i martelli pneumatici per riparare le strade o i trapani per le ristrutturazioni degli alloggi, tanto il residente medio è in vacanza (per tutto il mese).

D’autunno, ci sono i boati degli aspiratori per le foglie secche.

D’inverno (se nevica) gli spartineve.

Quando c’è vento, nella tromba dell’ascensore urla che sembra di essere in un film dell’orrore, e tutta notte mi fa stare sveglia e mi fa sentire come quando ero piccola e avevo paura.

In redazione, dalle nove alle sette, c’è un frastuono di voci, telefoni, suonerie di cellulari (siamo in un open space).

Dopo, c’è il rumore del supermercato, quando si esce dal lavoro e si va a fare la canonica spesa.

Al ritorno a casa c’è il TV sparato a mille, fino alle undici e mezza di sera.

E mai nessuno che ti parli.

soundtrack: 😉

Advertisements

8 thoughts on “una solitudine troppo rumorosa

  1. lotrovassi ha detto:

    C’è un solo posto dove c’è silenzio assoluto (forse !) … meglio un po’ di rumore, che è vita …. ;-)))

    (mio padre diceva che il rumore del lavoro è musica…)

  2. algaspirulina ha detto:

     il punto non è il rumore.

    il punto è un rumore che non dice nulla.

  3. Epimenideblog ha detto:

    Scecspirianamente concordo.

  4. lorypersempre ha detto:

    Insomma, come riporta Saviano, "Nelle alluvioni la prima cosa che manca è l’acqua potabile"…
    Leela
    p.s. forse quello che sfancula alle 5 del mattino è il Toto, a 600 km di distanza circa da te – bestia, che ugola!

  5. lotrovassi ha detto:

    Rumori o silenzio, Alga, hai compiuto l’impresa epi-ca di risvegliare l’Epì.

    Complimenti ! 

    😀

  6. algaspirulina ha detto:

     emipe: 🙂

    leela: davvero, mandalo a xfactor, dai 😉

    lotrovassi: ?

  7. algaspirulina ha detto:

     ah 🙂
    ne son felice (anche se ho sbagliato a scrivere il nick) 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...