me and you and everyone we know

È terribile (ma ogni tanto, succede) quando, dopo pranzo, si fa la pausa caffèsigaretta e ci si sente tutta languida e morbida e stanca e con le gambe di pastafrolla.

C’è il sole, la brezza muove le foglie ancora verdi e si vorrebbe (proprio tanto) essere abbracciata e magari dormire accucciata di fianco a qualcuno.

Poi, naturalmente, si fa altro e, nella maggior parte dei casi, ci si dimentica.

Ma è terribile.

Ecco.

soundtrack: Solitude Standing, Suzanne Vega

Annunci

6 thoughts on “me and you and everyone we know

  1. lorypersempre ha detto:

    Eh, occhio che c’è pure il contrario: la vicinanza ed il sesso coatto.
    Non so quale delle due situazioni sia la peggiore…
    Leela

  2. algaspirulina ha detto:

    provate tutte e due, effettivamente non so.

  3. algaspirulina ha detto:

    … e poi, più che di sesso, parlavo di affetto 😉

  4. lorypersempre ha detto:

    Io, quando voglio affetto, mi appallozzo addosso a mia figlia: ed è subito amore 😉
    Le mancano ancora un anno o due all’adolescenza sfanculizzatrice quindi ancora me la godo…
    Leela

  5. algaspirulina ha detto:

    io, invece, ho cercato sempre di non “appoggiarmi” in quel senso, ai kids.
    forse ho fatto male, non so.

  6. nonnacarina ha detto:

    Appena posso –  ho molto meno tempo ora – mi piazzo su uno dei miei blog preferiti e mi ripasso le "puntate " precedenti che ho perso. Con te vado sul sicuro, tutti  bei post, ricchi di sensibilità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...