the constant gardener 7

trapianto
La parte impulsiva e selvatica della mia natura mi porta a dare tagli netti (per non soffrire) dei quali regolarmente poi mi pento.
Peccato che sia anche esageratamente orgogliosa, così non torno mai sui miei passi.

E questo, per inciso, vale per gli oggetti come per le persone con cui ho a che fare.

Quando ho traslocato sapevo che non avrei avuto un balcone, neppure nano, perciò, in un impeto di disperazione autolesionista ho regalato le mie belle piante, prestato i miei preziosi tavolini di teak da esterno, buttato i vasi di coccio, le fioriere, i portavasi di ferro da ringhiera (tanto, nessuno li voleva).

Non so per quale residuo istinto di conservazione io abbia tenuto invece l’annaffiatoio piccolo (ma comunque troppo grande per delle piante da appartamento) e due palette da giardiniere.

Oggi l’ho ringraziato, quell’istinto (o magari era stata una distrazione), perché ho potuto rinvasare il banano e i ficus senza usare direttamente i palmi delle mani 🙂

Davanti alla finestra aperta sul parco in tempesta, ho fatto quello che un anno fa facevo sul mio amato terrazzo, l’unico posto decente di Dogville.
Sola in casa e tranquilla, come allora.

E se anche non ho un posto sensato dove mettere il sacco del terriccio che sicuramente mi ammorberà la cucina e gran parte della casa, son contenta di essere tornata ad essere un constant gardener.

Sì.

soundtrack: My sweet Lord, George Harrison

Annunci

4 thoughts on “the constant gardener 7

  1. lorypersempre ha detto:

    Io ho un grande giardino. Che caromicosta e che lascio relativamente vuoto, piatto e selvatico.
    Qualche piantina quà e là, però, ce la infilo 😉
    Leela

  2. Ada09 ha detto:

    Anch’io ieri mi sono travestita da gardner, ma pur avendo un balconcino e un cortile alberato, non possiedo attrezzi e ho usato i palmi delle mani. Però possiedo un rastrello grande con cui mi sono fatta un mazzo a togliere tutte le foglie vecchie dal prato.

  3. aeroporto ha detto:

    Da ieri, a vederla, questa piantina mi sembra già un pò cresciuta.
    Forse per contrappunto all’affermazione di michele il protagonista di quel film che dice:Io non sono disponibile per nessuno.

    “Forse” questa piantina si è messa in testa d’essere una “musa”. Una Musa Paradisiaca dice “Lei”.

    (p.s quando vedo, anche in foto, delle giovani piante non resisto… scuserai le stupidaggini)

    Un pò di anni fà domandai ad un coltivatore di piante ornamentali perchè aveva intrapreso con così tanta passione questo difficile mestiere che necessita di pragmatismo e d’una buona dose di cinismo, e Lui concordando con me, invece rispose: “Mi fanno pena, non si possono muovere”.

    Questa, permettimi ha bisogno di Luce, le sue foglie “cercano” il sole.

  4. algaspirulina ha detto:

    infatti.
    il banano sta bene, grazie 🙂

    l’ho messo in piena luce, se sento che la terra si sta asciugando, gli dò un bicchiere d’acqua (è buona, per fortuna ho la brita) e l’ho già concimato una volta.

    ogni mattina ha le foglie piene di rugiada (ma da dove la tira fuori?) e oggi la sua foglia centrale, che era chiusa, si è aperta 🙂

    a quanto pare, promette di crescere velocemente e se sono brava scommetto che tra un paio d’anni sarà alto come mia figlia (che è mooooolto alta).

    ma anche le altre piantine gli stan dietro. e mi fanno tenerezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...