ho voglia di te

cibogattoEcco, questa è la nuova pappa che ho comprato per Spago.

Sarà piùommeno la solita porcheria, ma mi sembrava incoraggiante quella scritta lì per chi fa la bella vita.

Eh, bella vita è una parola un po’ grossa.
Povero Spago, chissà quanto è infelice, non credo basterà il cibodaprigioniero o la sabbietta di cristalli mangiaodori a ripagarlo del suo prato perduto.

Anche se mangiare, per noi animali da appartamento (dico noi perché ho fatto la stessa fine: redazione-casa, casa-redazione, il ginocchio non funziona ancora e le uniche passeggiate che faccio vanno dalla scrivania alla stampante e viceversa) diventa poi una consolazione e/o un succedaneo di qualcosa che non c’è.

Ebbene sì, io mangio.

Chi mi conosce bene sa che mangio quando sono felice e libera.
Figuriamoci quando mi sento prigioniera.

E siccome ultimamente sembro una boa e non mi entra più niente (non che mi preoccupi più di tanto, mica devo uscire o vedere gente, se è per questo non mi depilo dall’estate scorsa) stasera ho pensato di fare l’elenco – con orrore della Silvia, che invece al cibo è poco interessata, di tutto quello che mi sono ingurgitata tipo oggi.

Non so se ha senso, però magari serve a qualcuno (a non sentirsi l’unico/a che fa robe del genere, a sentirsi bravo, a sentirsi una cacca e a decidere di mettersi a dieta), oppure serve a me.
Chi lo sa.

Comunque, ecco qua.

Al mattino una bella tazzona di caffè (tre dosi, altrimenti non connetto) con il latte e il dolcificante [ci tengo alla linea, eh? ;-D] e tre biscotti di quelli sottili.
Al burro (e beh?).
Devo ricominciare con lo yogurt, ma poi non faccio sempre a tempo.

Zoppin zoppetti raggiungo la redazione e alle undici sì che ci sta il caffè della macchinetta, però anche tre cioccolatininespresso messi lì dalla famigeratacadetti apposta per tentarmi, e perchénò tre clementine.

All’una, rizoppin rizoppetti torno a casa e lì ci sta in agguato il pranzo dei kids.
E che c’hai una bella voglia di dire oracucinomanontocconiente. Ma va’.

Così faccio gli gnocchi tricolori alla bava e in piedi me ne tracanno due cucchiai, oplà.
Poi c’era quell’avanzo di carne fredda col filo d’olio e vabbè e l’insalata di spinacini freschi col parmigiano a scaglie (ma quella fa bene) e mezza pagnotta che è così croccante che non resisto (però ieri sono stata più brava: sushi e basta).

Ma è tornata al lavoro, che comincia il götterdämmerung (per chi non avesse mai visto Visconti, significa la caduta degli dei): altri due cioccolatini, un pacchetto di crackers scippati alla signoradonata, due caffè strazuccherati, quattro clementine, due caramellegelatinosesperlari alla pesca  (chiunque le abbia portate: te possinooooo!).

Per proseguire poi a casa: fetta di pane con gorgonzola d.o.p., vellutata di zucca, arrosto di maiale con i carciofi (facendo scarpetta, ovviamente), avanzo dello sformato di finocchi di ieri e, mentre sparecchio, in rapida successione una miniscamorzina affumicata, altro pezzo di pane col gorgonzola, mezzo pomodoro, sette lychees, due fette biscottate con la marmellata fichielimoni della Gazz.

Oh.
Direi che per una bestia sedentaria come me, è più che abbastanza.

O no?

È che io avrei ancora fame

soundtrack: La donna cannone, Francesco De Gregori

Annunci

8 thoughts on “ho voglia di te

  1. MavisGrind ha detto:

    Io ho fame…e aspetto ancora quella ricetta! 😦

  2. algaspirulina ha detto:

    è nei commenti al mio post del 7 gennaio.
    è li che aspetta, anche lei 🙂

  3. lorypersempre ha detto:

    Maremma dietetica… ad occhio direi che hai tranquillamente sfondato le 4.000 kcal. Quanto servirebbe alla giornata di un taglialegna, insomma – però ti capisco, eh se ti capisco 😉
    Leela

  4. cilvia ha detto:

    ma sei scemaaaaaaaa? e cmq hai omesso di dire cosa stavi masticando a mezzanotte e passa nelle mie orecchie!!! :((
    e smettila di dire che sei prigioniera perchè se no non ti parlo più veramente ok? non scherzo!

  5. Morganalarossa ha detto:

    Trovo, invece, che il tuo sia un grande gesto di coraggio e di lealta’ verso te stessa, ammettere che ingurgiti per malinconia, e *cosa* ingurgiti.
    Una grande consapevolezza. Che non e’ la soluzione alla cosa, ma e’ tanto lo stesso.
    Ma poi, vuoi (vogliamo, mi ci metto anche io fra le fagocitatrici compulsive!;-) ) davvero essere diversa da cosi’?
    Se mangiare, in alcuni periodi, in maniera sconsiderata e’ consolatorio…ci dobbiamo levare anche quello???

  6. algaspirulina ha detto:

    no, silvia, le fette biscottate con la marmellata erano proprio quelle che stavo mangiando mentre parlavo con te.

    non ho omesso nulla.
    anzi, sì.
    le puntarelle (ma erano crude e scondite).

  7. lorypersempre ha detto:

    ps. Anch’io, oggi, ci ho dato dentro alla grande… e la giornata non è ancora finita!
    Quando ti va passa da me, che la Cina è servita 😉
    Leela

  8. serranda ha detto:

    eheh sto ascoltando proprio la donna cannone ed ecco cosa mi ritrovo a leggere! eheh io sono nella stessa situazione. da un mese non ho freni inibitori e abbozzo scuse a caso: è il freddo è il ciclo son nervosa ho speso troppe energie al lavoro i dolci fan bene al morale ecc ecc. finche non rotolo non mi fermo!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...