ground zero

strettoCaso mai non si fosse  capito dalla foto nel post precedente, la mia cucina è stretta.

Lo spazio calpestabile tra il blocco lavellofornellolavatrice e il piano di lavoro è esattamente centoventicentimetri.

Quando non sono in redazione, questo è il mio mondo (ho pure una finestra a feritoia larga cinquantacentimetri che dà su un muro di cemento, a tremetricirca di distanza.

Questo è il mio regno e il mio rifugio.

Ci mangio in piedi (ovviamente: non c’è posto per una sedia), ci ascolto la musica di quando avevo ventanni (grazie, Radiocapital), ci fumo le mie sacrosante stizze, ci telefono, ci penso, qualche volta ci impreco.

È rimasto l’unico posto in cui posso chiudere la porta, e restare da sola perché tutto il resto della casa è presidiato.

Ma ho come l’idea che il mio spazio si stia ulteriormente restringendo.
Quindi mi sto allenando per imparare a fare la stilita.

Possibilmente su una colonna bassa, ché soffro di vertigini.

soundtrack: –

Annunci

9 thoughts on “ground zero

  1. alicen ha detto:

    Lo spazio sarà poco, ma lì dentro te ci sai far stare un sacco di sapori, di idee e di tante tante altre cose!
    🙂
    Alice misuratrice

  2. lorypersempre ha detto:

    Ora mia figlia è una ragazzina simpatica, ma presto sarà adolescente. Ed allora diventerà l’ennesima spina al fianco.
    Auguri, stilita,
    Leela

  3. utente anonimo ha detto:

    se le vicissitudini di questo momento ti spingono a rinchiuderti, lavora per allargare i tuoi spazi…bax.Cl

  4. Ada09 ha detto:

    Ancora e sempre avremmo bisogno di una stanza tutta per noi. Magari non proprio uno stanzino…

  5. Hypoclecteur ha detto:

    Consiglio per il soundtrack:
    Casalingo di Bugo.

    “Se sei casalingo, ami il fuoco del fornello come me…”

  6. utente anonimo ha detto:

    e però sarà piccola ma la si ama subito, la tua cucina.

  7. ladygabibbo ha detto:

    wow il tuo spazio calpestabile è largo quanto me:-)
    smakk:-*

  8. algaspirulina ha detto:

    lady: -)

    leela: non è che per forza sarà una spina nel fianco.
    gli adolescenti sono un po’ marziani, è vero.
    ma basta che tu ti ricordi com’eri.
    e poi hai una figlia sola, è femmina come te.
    da quel poco che ti conosco, saprai fare un bel lavoro 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...