a mezzanotte circa

Io non so, veramente, che senso abbia (a quest’ora), preparare un minestrone.

Affettare e mettere a bollire le verdure dell’orto (con un sacco di basilico e di maggiorana), frullarle e ficcarci la pasta.

Scodellarlo, farci sopra un giro d’olio, una macinata di pepe e una spolverata di parmigiano.

Aspettare che si raffreddi e slapparselo, in perfetta solitudine.

Magari non ha senso, però intanto fuori si sentono i grilli e i cani che abbaiano, l’aria è finalmente fresca e c’è odore di erba.

E poi, il minestrone, è buono da morire.
🙂

soundtrack: Bartali, Paolo Conte

Annunci

5 thoughts on “a mezzanotte circa

  1. isidelagreca ha detto:

    te lo dico io che senso ha:a quest’ora della notte fa abbastanza fresco per gustarsi un buon minestrone, di giorno col caldo che fa sarebbe improponibile!

    buon appetito
    scarlett

  2. Morganalarossa ha detto:

    Qualsiasi ora e’ buona, per un buon minestrone! :-)))
    Poi, nella versione che include anche la pasta (riso, bricchetti o scurcuzun), che alla fine ci sta il cucchiaio piantato dritto: una libidine pura, cicaleggio e abbaio di sottofondo inclusi! 😀

  3. nonnacarina ha detto:

    C’è senso e come, a parte il pieno di vitamine e sali minerali, il minestrone “consola” sempre.

  4. cilvia ha detto:

    uhm buonissimo, adesso lo faccio anch’io per domani però!!

  5. utente anonimo ha detto:

    Secondo me , non c’e’ niente di meglio!
    Adoro il minestrone!! Sempre! E gustarselo in solitudine al fresco…cosa chiedere di piu?! Ciao Cristy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...