un'anima divisa in due

barche
Quando ti accorgi di avere una vita quasi totalmente random, fai delle pensate che sono sempre ambivalenti.

È andata così, oppure sono stata io?

Quando dici arrivederci (e sembra un addio, ma forse non è così) a una persona a cui tieni, lo fai perché è giusto che sia, oppure perché non sei capace di fare altrimenti?

Se cerchi di darti una quadra e ci metti i secoli, e intanto pensi che il tuo tempo non è più infinito, dipende da te o dal caso?

Quanto vale la tua volontà? E ce n’è abbastanza?
Puoi scendere in guerra se non sei sicura di vincerla?

C’è qualcuno che ha veramente ragione, oppure sei tu che ti senti in difetto?

Intanto i convolvoli sono germogliati:

convolvoli
Quelli, sopravvivono a tutto.

Forse è come dire che c’è ancora qualcosa in serbo per te.
È una voce piccola piccola, quella che te lo dice.

E tu fai di tutto per crederle.

soundtrack: Let it be, The Beatles

Annunci

8 thoughts on “un'anima divisa in due

  1. cilvia ha detto:

    uh quante domande!!! c’è sì qualcosa in serbo, di questo son sicura!!!

  2. utente anonimo ha detto:

    è comprensibile solo: la presa di coscienza. Non esiste la “casualità” semmai “riferire” al dettaglio, (come elemento autonomo e non maniacale naturalmente) maggiore è la presa di coscienza, maggiore è la sensazione (amplificazione) di essere uno zimbello. aer.

  3. utente anonimo ha detto:

    “Con lei era difficile. Ma non rimpiangere
    il maggio lontano, con la parola cuore, i
    denti come perle duri sul bacio inesperto,
    la mano timorosa, il contemplato pudore.”
    Giovanni Giudici

    Ci sono amori difficili e rovinosi, amori che
    segnano come una cicatrice. E c’è una certezza: un tempo forze domani, saranno dimenticati, li
    soffieremo via come polvere. Saranno solo un
    pezzo di un maggio lontano.

    nessuno

  4. treeonthehill ha detto:

    C’è sicuramente in serbo qualcosa, aspetta con fiducia, la positività attira le cose buone :))

  5. lorypersempre ha detto:

    Sii convolvolo anche tu,
    Leela

  6. missT ha detto:

    ehm…devo strapiantarli sono troppo fitti…i convolvoli
    :)))

  7. missT ha detto:

    ops “devi”

  8. nonnacarina ha detto:

    Più uno cerca di “controllare” la vita (soprattutto per proteggersi) più la vita ti sorprende, nel male, ma per fortuna – e spesso – con belle opportunità nuove. Ha ragione chi consiglia di pensare positivo e intanto di continuare a fare del nostro meglio (senza colpevolizzarsi se qualche volta non ci si riesce).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...