il cielo cade

grigio

Quando stiamo al telefono, la Cilvia ed io, qualche volta cantiamo.
Abbiamo due belle voci e conosciamo le stesse canzoni.
Abbiamo anche la stessa identica erre arrotata, e questo fa un po’ ridere.

Soprattutto (a) me, anche se oggi non ne avevo proprio voglia: questo cielo grigio che non si apre più, e le braccia che mi fanno male.

Così, dopo aver gorgheggiato Pino Daniele e Jovanotti, mentre preparavo la cena, è stato fatale arrivare alla categoria canzonitristi.

Io ho scelto questa:

Ce la siamo cantata con gran gusto, compresi gli haiahiahiai.
La canzone è tristissima, il video (per fortuna) è buffo.

Mi ha fatto venire in mente quella volta che stavo facendo una passeggiata notturna con un tipo che mi piaceva tantissimo e lui a un certo punto mi ha sussurrato: guarda che stelle.
Io ho guardato verso il cielo.

E sono caduta in un tombino aperto.

soundtrack: Canzone triste, Zucchero

Annunci

9 thoughts on “il cielo cade

  1. cilvia ha detto:

    vero? ahahahah! che fighiura!!! :))
    ps
    c’è un refuso nè!!! scoprilo dai!!! :))

  2. cilvia ha detto:

    è divertente cantare al telefono con u!!! :)) nè?

  3. algaspirulina ha detto:

    😀
    era “a me”?
    ci ho pensato un bel po’.
    “mi” fa ridere= fa ridere “a me”, oppure fa ridere “me”.
    beh, l’ho messo tra parentesi 😉

  4. cilvia ha detto:

    nu!!! è :
    ho guardato vero il cielo.
    volevi dire: verso?

  5. algaspirulina ha detto:

    orpo.
    rimedio subito.

  6. treeonthehill ha detto:

    Siete fantastiche, veramente! :)))

  7. killy2 ha detto:

    ahah…una volta mi è successa una cosa simile con un palo.. 😛
    Cmq siete proprio una bella coppia di amiche tu e la cilvia! 😀

  8. lorypersempre ha detto:

    Sconosciuta sia la canzone che i cantanti 😦
    In compenso il video è una bella parafrasi di “Ma quanto è forte Tarzan” di Sandra Mondaini e Raimondo Vianello 🙂
    Leela

  9. utente anonimo ha detto:

    “Lo splendore dell’amicizia
    non è la mano tesa
    né il sorriso gentile
    né la gioia della compagnia:
    è l’ispirazione spirituale
    quando scopriamo
    che qualcuno crede in noi
    ed è disposto a fidarsi di noi.”
    R.W.Emerson

    Nell’amicizia non si chiede
    e non si da, è qualcosa che
    nasce spontanea senza un
    preciso motivo, ma ti sentire
    bene.

    nessuno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...