all that jazz

Non ci crederete mai.
E non ci credevo nemmeno io, lipperlì.

Ma oggi pomeriggio, ho sentito (distintamente) provenire dalla camera dei kids il tema principale dell’Inno alla Gioia e l’incipit dei Carmina Burana.

Suonati col kazoo.

O_o

soundtrack: Io che non sono l’imperatore, Edoardo Bennato

Annunci

13 thoughts on “all that jazz

  1. cronachesorprese ha detto:

    ROTFL, che forte… il kazoo è uno stadio fondamentale dell’evoluzione musicale individuale. mi hai fatto venire voglia di scriverci qualcosa.

  2. algaspirulina ha detto:

    😀
    credo fosse pietro.

  3. volovivace ha detto:

    ciao.

    ti capisco.

    mio figlio…che ha 61 giorni oggi…già si relaziona con me attraverso lo specchio.

    e sorride, bello come apollo…di più…dioniso!!!

    è il mio essere totemico preferito…

    ciao.

    volovivace

  4. lorypersempre ha detto:

    Io manco so che kazoo sia il kazoo 😉
    Leela

  5. cilvia ha detto:

    ahahah!!! fantastico!! :))

  6. delledueluna ha detto:

    beh meglio il kazoo di, che ne so…. percussioni tipo stoviglie-contro-il-muro!
    🙂

  7. Pabloz70 ha detto:

    oh cavoli, ma perché quando si parla di figli non riesco a non sciogliermi?!? 😉

  8. utente anonimo ha detto:

    Un disaccordo costante,
    un conflitto d’amore,
    s’intreccia nel corso della vita.

    Madre e figlio s’incalzano,
    si divorano avidamente,
    si attaccano per poi fare pace.

    La voce diventa afona,
    sguardi d’accusa,
    e virgole perse.

    Vite diverse,
    esperienze ancora acerbe,
    mettono a disagio.

    Eppure l’amore li unisce,
    disarmando anche le minime diversità,
    le liti comuni.

    I figli sono perle di sudore,
    sono acque cristalline,
    dove specchiarsi,
    per ricordare il nostro passato,
    e correggere gli errori commessi.
    Mara Reggio

    Non so dire altro.
    Non so dirlo meglio.
    Al riguardo sul blog, per me,
    sarebbe meglio un silenzio elettivo.

    nessuno

  9. algaspirulina ha detto:

    da dove vieni, nessuno?
    sei ulisse, o piuttosto polifemo?

    strano, che tu ti autobattezzi nessuno.
    non hai la minima intenzione di esserlo.

  10. Christine01 ha detto:

    Gran risposta hai dato a “nessuno”
    BRRRRRava Alga!
    baciotto.

  11. nonnacarina ha detto:

    Io sono come Leela cma che diavolo è il Kazoo?

  12. algaspirulina ha detto:

    🙂
    il kazoo è un umilissimo strumento a fiato, solitamente di plastica, non ha note, si modula con la voce ed emette un suono vagamente spernacchiante ma ciononostante piuttosto gradevole.

    usato, tra gli altri, da edoardo bennato e da paolo conte.

  13. concajoni ha detto:

    Memorabile l’assolo del grande edoardo in Salviamo il salvabile, un titolo che oggi meriterebbe una bella riscoperta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...