liberazione

Oggi, a sorpresa, sono stata invitata in un posto speciale.

Ho attraversato questa porta

porta
con le macchie di sole che giocavano sul pavimento, e mi sono ritrovata nel mio giardino preferito.

gia
È un giardino minuscolo, un giardino proustiano.
Non è mio ma lo amo come se lo fosse, tanto che – quando ce n’è bisogno – vado a bagnarlo, soprattutto d’estate quando i suoi proprietari non ci sono.

Abbiamo mangiato sotto il glicine

glicine
e tutto sembrava perfetto, anche se abbiamo rabastato un pranzo lipperlì, con quello che avevamo.

E dopo

tab
anziché buttarmi nella calca cittadina per vedere Beppe Grillo, ché non me ne potrebbe fregare di meno, del vaffadaycontroigiornalisti e poi tanta gente insieme mi fa paura, mi sono incantata a guardare un guscio d’uovo azzurrino di piccolo uccello

uovo
e, all’ombra del melocotogno, mi sono straziata (ma dolcemente), a leggere questa roba qui


che mi ha prestato l’Ada.

Oh.

soundtrack: Dove sei tu, Cristina Donà

Annunci

13 thoughts on “liberazione

  1. treeonthehill ha detto:

    Sono contenta che tu abbia passato una giornata speciale :))

  2. utente anonimo ha detto:

    Be’ direi che hai passato proprio una bella giornata. Cosa c’e’ di meglio che leggere un buon libro in buona compagnia e in un posto cosi’ bello? La prossima volta chiamami! Ciao Cristy

  3. tiptop ha detto:

    Sto leggendo…piano come sempre… col corpo capisco, di grossman.
    Non ci credo che te presente possa essere stato un pranzo lipperlì chissà che alchimie ti saranno venute in mente…

  4. algaspirulina ha detto:

    😀
    è che c’era veramente poco, così mi sono inventata un sugo fatto col rosmarino soffritto nell’olio e poi levato, e dopo ci ho cacciato una volgarissima passata di pomodoro…

    però, dopo, c’era l’insalata dell’orto 😉

  5. utente anonimo ha detto:

    “Quando la parola si farà corpo e il corpo aprirà la bocca e pronuncerà la parola che l’ha creato, abbraccerò questo corpo e lo adagerò al mio fianco”
    Hezi Leskli

    Come Dio crea l’essere umano per amarlo, similmente creiamo i nostri esseri amati: ne spiamo i difetti giorno dopo giorno, le qualità, le gioie, le rughe, e così facendo ce li raccontiamo e ce l’inventiamo, raccontandoceli.
    L’amore è creazione, peccato che dura un attimo.

  6. Noushin ha detto:

    cercavo un libro dal titolo che mi ispirasse, e grazie a te lo ho trovato 🙂 ora spero la mia biblioteca ne sia adeguatamente fornito ^___^

  7. lorypersempre ha detto:

    Una piccola giornata azzurra e verde, insomma.
    Una meraviglia.
    Leela

  8. nonnacarina ha detto:

    Vedi che il sole prima o poi torna?
    In bocca al lupo, per tutto!

  9. utente anonimo ha detto:

    la perfezione ha il profumo del glicine.
    perec.

  10. cilvia ha detto:

    che bel giardinetto!!! :))

  11. ladygabibbo ha detto:

    ma che bella giornata, son contenta:-)

  12. utente anonimo ha detto:

    Finestra segreta, giardino segreto.
    E già il vecchio King, sempre attuale.
    Ciao. Massimo.

  13. Ada09 ha detto:

    Mi sembra il luogo ideale per cominciare a leggerlo, più avanti ti serviranno altri luoghi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...