la ley del deseo

prima

Oggi comincia la primavera, e io ho una nuova whishlist.

Certe volte vorrei svegliarmi al mattino e avere la chiara visione che la mia vita cambierà, anzi che avrò una nuova vita.

Vorrei avere la forza di vestirmi come piace a me, tutta colorata e non rassegnarmi ad indossare per tre giorni di fila la stessa maglia grigia perché non me la sento di mettermi altro.

Vorrei non ridurmi all’ultimo momento per andare a letto e non avere così tanta paura di dormire da sola da dovermi imbottire di escolzia e così crollare dopo solo dieci minuti di libro.

Vorrei avere la lingua di un formichiere, per poter raspare anche l’ultima goccia di una delizia cioccolatosa che giace sul fondo di una bottiglia a forma di stella, e che non c’è verso di far uscire.

Vorrei essere capace di fregarmene, delle parole cattive e dei toni concitati, al telefono, su gtalk e anche dal vivo.

Vorrei avere più fede, in tutti i sensi, anche in me stessa.

Vorrei non considerare le sigarette fumate sul balcone, il cibo di notte e il negroni del sabatoseralibero come coccole. Le uniche che posso permettermi e/o le uniche che mi merito.

Vorrei non avere voglia di piangere tutte le volte che devo fare l’estrattoconto.

Vorrei sorridere di più.

Vorrei non cadere in confusione totale, quando i kids litigano, dicono le parolacce o se menano.
E che loro la piantassero di scambiare la mia sollecitudine e il mio tono gentile per debolezza (e infantile sudditanza).

Vorrei smetterla una volta per tutte di lamentarmi e avere il coraggio di andare da una parte o dall’altra, ma tagliando corto.

Non so se voglio cose piccole, o cose grandi.

Però mi sembran tutte irraggiungibili e così vorrei una cosa enorme, cioè un teletrasporto su Marte, perché sono stanca (come tutti) e tutte ‘ste cose che non riesco a fare (come tutti) e quelle che mi devo smazzare (come tutti), compreso avere il bancomat muerto alla cassa del discount che poi devo pagare in contanti e non ne ho abbastanza e allora devo fare tiraemolla a restituire alla tipa varie merci con nel frattempo una coda di slavi inferociti che mi fissano, beh io le trovo insopportabili.

Se poi non ho qualcuno che mi abbraccia, quando voglio io.
E quando ne ho il sacrosanto diritto.

Come tutti.

Soundtrack: Thursday child, David Bowie

Annunci

14 thoughts on “la ley del deseo

  1. cilvia ha detto:

    eh!! sospiro!!!

  2. ppneumos ha detto:

    già…il sacrosanto diritto….come tutti!!
    un sorriso

  3. lorypersempre ha detto:

    Sarebe bello che la felicità e l’amore fossero un diritto.
    Purtroppo non è così.
    Peccato 😦
    Leela

  4. utente anonimo ha detto:

    un abbraccio stretto stretto…

    missT

  5. utente anonimo ha detto:

    posso sottoscrivere anch’io la tua wishlist?
    magari funziona come le petizioni… più siamo, più ci danno ascolto!
    buona pasqua
    francis
    🙂

  6. Ada09 ha detto:

    Vorrei avere la bacchetta magica e soddisfare almeno 3 dei tuoi desideri, a scelta.
    Vorrei essere un pò più vicina, così un abbraccio qualche volta te lo posso fare io (lo so che non è la stessa cosa..).
    Vorrei che avessero già inventato il teletrasporto, così ti faccio compagnia.
    Vorrei che pensassi che sei una splendida mamma, nonostante tutto.

  7. gattobiso ha detto:

    si può fare.
    no dico: a parte Uòlter,adesso.
    ti leggo da tanto,ormai, e oggi mi piglia di mandarti un saluto.e un abbraccio,bello stretto,come quello della Lo.sta in gamba,neh?!

  8. treeonthehill ha detto:

    Tu sei eccezionale e, forse, nemmeno te ne accorgi.Ti leggo da tanto e vedo come riesci a far quadrare il cerchio, da sola e con mille difficoltà. Credimi, tu vali molto! Goditi una Pasqua serena e pensa a tutto quello che riesci a fare, a quello che hai costruito e a come, nonostante tutto, continui nel tuo percorso difficoltoso: ti sembra poco? 😉

  9. utente anonimo ha detto:

    “Marzo è il mese dell’attesa.
    Le persone pronosticate
    sono in cammino”
    E. D.

    Aspettiamo con pazienza che accada qualcosa.
    Spiamo le gemme sugli alberi, che fioriscono.
    Spiamo l’arrivo di buone notizie: lavoro, amore
    magari solo amicizia.
    E’ così difficile aspettare!
    Non vediamo il momento che ci cambi la vita:
    ma tutto questo è la primavera.

  10. nonnacarina ha detto:

    Posso farti pat-pat sulla spalla?
    Stai serena che sei “grande” e i tuoi ragazzi lo capiscono benissimo, fammo così perchè è nella natura delle “cucciolate”

  11. ladygabibbo ha detto:

    hanno già detto tutto gli altri:-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...