dai papà… sei una forza

Oggi a pranzo, davanti ad una montagna di polpette ikeastyle.

F.: Il mio papà ha fatto retrocedere la Juventus in serie B.

P.: Mava’, veramente?

F.: Sìsì, aveva sentito tutte le telefonate di Moggi.
Lo sai che una volta, dopo una partita con la Reggina, hanno preso l’arbitro e l’hanno chiuso in un armadietto dello spogliatoio per tutta la notte?

me: O_o

soundtrack: Bang bang, Nancy Sinatra

Annunci

10 thoughts on “dai papà… sei una forza

  1. tiptop ha detto:

    Wow lo vedo ben instradato questo F

  2. cilvia ha detto:

    è tutto vero eh!!!!

  3. utente anonimo ha detto:

    e da lì l’espressione “scheletro nell’armadio”…

    estrellita

  4. utente anonimo ha detto:

    cioé, pietro è amico del figlio di chi ha fatto le intercettazioni a moggi? :-O
    comunque sì, quello della segregazione negli spogliatoi dopo una partita è uno degli episodi più clamorosi venuti fuori dalla vicenda.

  5. Ada09 ha detto:

    Fosse per me li avrei mandati a giocare a calcio nel campetto della parrocchia.

  6. algaspirulina ha detto:

    brava ada 🙂
    lo sai?
    è esattamente quello che ho fatto.
    per tutto il pomeriggio.
    e si sono pure divertiti.

  7. treeonthehill ha detto:

    Moggi è così arrogante che mi scatena violenti attacchi di anti-democrazia, vorrei non lo facessero più parlare, e invece è sempre lì a dir la sua, senza vergogna e senza pudore, ma è l’Italia che va così…

  8. lorypersempre ha detto:

    Le polpette IKEA sono fatte di segatura precompressa.
    Nobbbuone 😉
    Leela

  9. algaspirulina ha detto:

    io le faccio a casa con ingredienti selezionati.
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...