una giornata particolare (si fa per dire)

magnolieCheppalle.

Non ho sonno
, come al solito.
Mi fanno male le anche.
Prima mi sono guardata allo specchio e, sotto agli occhi, avevo delle occhiaie che nemmeno due sogliole.
Pietro mi ha trattata male, perché la cena non era esattamente come la voleva lui.
Poi ho controllato i suoi compiti di grammatica e mi è venuto da piangere: o lo è, o ci fa.
Sono tre giorni tre che cerco di farmi la doccia, ma i kids mi consumano tutta l’acqua del boiler elettrico.
Sono preoccupata per il prossimo weekend di superlavoro, ergo ho dovuto rinunciare ad un (altro) lavoro.
Di notte qui fa menoquattro, e non mi bastano i calzini e la camicia da notte di pile.
La tazza del cesso perde dal di sotto.
Mi sono appena abboffata di pane secco e maionese, così ingrasso.

E, come se non bastasse, da un’ora e quaranta è San Valentino.

Quindi, l’unica cosa (decente, per reagire alla melassa debordante) che vorrei fare oggi, è andare a sentire Guido Catalano che si legge al Machè in Via della Consolata 9/G  a Torino.
Legge Poesie d’amore, non d’amore e del terzo tipo: liriche
fantasmagoriche tratte da Motosega
(l’ultima faticaccia sua).

But, as usual, I can’t.

Allora posto questa foto che ho fatto di una magnifica magnolia, che invece sono due.
E una cosa che mi ha suggerito Umberto Galimberti, che è questa qua:

Scrive Aristotele: adirarsi è facile, ne sono tutti capaci, ma non è assolutamente facile e soprattutto non è da tutti adirarsi con la persona giusta, nella misura giusta, nel modo giusto, nel momento giusto e per la giusta causa.

soundtrack: Io vivrò senza te, Lucio Battisti

Annunci

6 thoughts on “una giornata particolare (si fa per dire)

  1. tiptop ha detto:

    oh come è saggio questo galimberti.

  2. lorypersempre ha detto:

    Bella e profumata, la magnolia!
    Quanto a San Valentino… bleah.
    Leela

  3. treppunte ha detto:

    per un momento ho penzato che ci vedessimo da guido stasera…
    un abbraccio

  4. nonnacarina ha detto:

    Beh, se non vado errato domani è San Faustino no?
    Ammesso che tu ci tenga a procacciarti altri guai.
    Sei una forza sai?

  5. ladygabibbo ha detto:

    un abbraccio alga, smakk.

  6. utente anonimo ha detto:

    “nel pensiero teneva quel volto stretto tra le mani,
    come una parentesi che protegge un’idea”
    (Aldo Tanchis)
    Comincia così: un volto un sorriso accennato, un sussurro.
    E’ tanto, poco o potrebbe essere tutto.
    Non una parentesi tra ante e post, ma di un qualcosa di più:
    E’ tutto quello che abbiamo sempre sognato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...