survival

Prendo un coltello dal cassetto.
Prendo il tagliere rosso di Ikea dalla lavastoviglie.
Il tagliere è un po’ sciolto ad una estremità.
Si è mezzo bruciato, una volta che mi sono distratta e l’ho lasciato troppo vicino ad una fiamma.
Prendo il barattolo delle olive.
L’ho comprato al discount, l’altro ieri.
L’etichetta dice: olive nostrane. In salamoia.

Metto il tagliere sul tavolo.
Mi siedo davanti al tavolo.
Con il coltello denocciolo le olive.
Sono rosatebrunite.
Poi prendo la mezzaluna dal cassetto.
Trito la polpa, ha un buon odore.
Prendo i limoni dal frigo e li spremo.
Sono gialli e lucidi e, anche loro, hanno un buon odore, mentre li spremo.
Aggiungo il peperoncino alle olive.
Aggiungo il succo dei limoni.

Voglio solo fare il tofu alle olive.
Un po’ piccante.

Qui.
E adesso.

E non voglio incantare nessuno.

soundtrack: La descrizione di un attimo, Tiromancino

Annunci

10 thoughts on “survival

  1. concajoni ha detto:

    Eh, difficile incantare qualcuno con il tofu alle olive…

  2. cilvia ha detto:

    ahahah!! in effetti ….non che piaccia a tuttiiiii!! hihihihi!!!

  3. utente anonimo ha detto:

    …volevo ringraziarti dei feed completi! 😉

  4. cybbolo ha detto:

    mmm sono curioso ancorché diffidente…

  5. Veejay ha detto:

    scegli un weekend, mandami la lista della spesa e vieni a cucinare per me e cilvia a casa mia.
    Jane

  6. cilvia ha detto:

    sì dai!!! ehehehe!!! noi ti guardiamo!!

  7. Mammamsterdam ha detto:

    Scusa, e dopo il quanto sopra, cosa ci fai con il tofu? Così com’è e lo condisci, o lo cucini? E che ho un blocco di tofu in frigo e un vegetariano nel letto, e talvolta li vorrei far incontrare (perché a me di mio un impiego sexy o quantomeno mangiabile per il tofu non mi viene).

    Grazie,

    Ba

  8. algaspirulina ha detto:

    intanto, facendolo, sopravvivo ad una notte bruttabrutta.
    e questa è già una gran cosa 🙂

    poi, lo faccio alla piastra e lo condisco con la shoyu e il prezzemolo fresco.
    oppure lo faccio a cubetti, lo infarino e lo
    friggo.
    oppure ancora lo trito e lo faccio in parmigiana (al forno) con i cardi, la besciamella vegetale, la salsa di pomodoro e una bella spolveratona di gomasio on the top.

    slurp.

  9. lorypersempre ha detto:

    Ne son qualcosa, di notti bruttebrutte, ed anche di giorni bruttibrutti. Ma ho imparato a fregarmenefregarmene.
    Quindi non mollare, e buon appetito.
    Di sicuro era ottimo.
    Leela

  10. algaspirulina ha detto:

    confido che, prima o poi, mi svelerai il segreto del fregarmenefregarmene.
    insieme a quello dei tuoi cannelloni (voglio le dosi esatte, capitooooo?), ovviamente.

    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...