l'angelo sterminatore

Sono la donna più disordinata del mondo.

E, da circa mezz’ora, sono anche una grande ustionata.
Nel senso che tutta la parte esterna della mia mano sinistra è un’enorme bolla, causa contatto accidentale con la stirella dimenticata accesa.
Credetemi, fa un male porco e non mi consola per un cazzo il pensare alle streghe o agli eretici bruciati durante il medioevo.
Fa male e basta.
Mi fa piangere.
Insomma, è la classica "goccia", come direbbe Lucy Van Pelt.

Ma torniamo all’incipit di questo post.
Qui da noi è in uso un modo di dire molto antipatico e molto popolare tra le signore che ogni tanto ti capitano in casa.
Se la suddetta è un bordello (e la mia lo è assolutamente sempre), alle tue solite espressioni di scuse tipo non guardare, c’è troppo casino, invariabilmente rispondono tanto io non te la metto a posto (sorridendo a denti stretti e, intanto, fotografano mentalmente tutto il tuo bordello nei minimi particolari, così sarà un ottimo argomento di conversazione per il prossimo caffèdopoaveraccompagnatoifigliascuola).

Ma A. non è così.
Lei, la casa, te la mette a posto, eccome.

Infatti stasera dopo cena (la metà del menu l’aveva portato lei), invece di chiacchierare stravaccata in cucina, si è diretta come un segugio verso il punto veramente dolente della mia dimora.
Cioè la camera dei kids.
uno spirito ancestrale si è impadronito di lei e ha cominciato a buttare tutto per aria.
Io, in evidente trance ipnotica, le sono andata dietro, mentre la Banda Bassotti e sua figlia cazzeggiavano davanti alla TV.
Perché è chiarissimo: più che un fidanzato, mi manca un trainer.

Insomma, in due ore, abbiamo rabastato tre sacconi di schifezze varie.
Lei saltellava da una parte all’altra sbuffando e sibilando mai vista una cosa così.
Io mi arrabattavo spazzando, estraendo da sotto il letto a castello, e vergognandomi (naturalmente).

Ero così sconvolta che, tornando in soggiorno tra un carico e l’altro di spazzatura, ho messo le mani sul ferro da stiro con le conseguenze che vi ho detto.

Ora, io mi domando (nonostante le buone intenzioni di A. e del suo spirito ancestrale, che peraltro apprezzo molto).
Ho qualcosa che non va?
Sono strana?
Magari depressa?
Perché tutto mi sembra normale, e d’improvviso mi rendo conto che non lo è affatto?
E, soprattutto, perché vado sempre in confusione e mi dimentico la stirella accesa?

La mia risposta è, ovviamente: boh.

p.s.
ci tengo a citare un altro famoso mododidire delle nostre parti: quando qualcuno ti dice combiniamo, puoi star certo che non lo vedrai mai più.

soundtrack: Clean-Clean, Buggles

Annunci

6 thoughts on “l'angelo sterminatore

  1. cilvia ha detto:

    chiedilo al brambi!!! ehehehe!!! per me sei normalissima!!! :)))

  2. cybbolo ha detto:

    la tua casa è come la borsa di Mary Poppins…;-)

  3. OrkaLoca ha detto:

    sarà una casa incasinata, ma scommetto che è un casino ordinato, cioè almeno tu sai dove hai le cose!
    Anche io vivo in un casino ordinato, e odio quando qualcuno mi mette “a posto” le cose, che poi io non le ritrovo piu! uffa!

    bacio

  4. billo973 ha detto:

    minchia.
    anch’io voglio invitare a cena A. e la cena posso anche arrivare a prepararla tutta io.
    purchè dopo mi faccia un giretto qua e là con i sacchi.
    anch’io ho sempre il delirio in casa.
    e anch’io, probabilmente, finirò i miei giorni arsa tipo giovanna d’arco.
    ma questa è un’altra storia.
    billo

  5. ladygabibbo ha detto:

    ti prego fammi conoscere quella donna…io sono una disordinata ” a periodi”ora sono in periodo casino totale e mi manca la mano santa della mia mamma che in momenti simili interveniva.poi una volta ripristinato l’ordine io procedevo bene per alcuni mesi:)

  6. lorypersempre ha detto:

    La mia amica Anja tiene la casa così. E’ fisiologico. La prima volta che le venne la donna delle pulizie lei si scusò del casino e quella le rispose “Poco male, mica sono la suocera”!
    Io stessa quando le capito in casa spesso le piombo sui piatti o sui panni da stirare. Mi rilasso e si chiacchiera lo stesso.
    Leela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...