un anno vissuto pericolosamente (il migliore del 2007, per un miglior 2008)

Partecipo volentieri all’iniziativa di Lapennachegraffia, vista qui durante il mio primo raid blogosferico del nuovo anno.

Non è un post allegro, anzi.
E parla di fatica, di dolore, di difficoltà.
Ma rappresenta un impegno che spero di continuare a mantenere, per tutta la mia vita di madre.

Vuol essere un augurio per tutte quelle come me.

soundtrack: Avrai, Claudio Baglioni

Annunci

One thought on “un anno vissuto pericolosamente (il migliore del 2007, per un miglior 2008)

  1. cilvia ha detto:

    certo che sì!!! siamo diverse non ci sono storie!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...