la sicurezza degli oggetti 2

fornoNon so se è un brutto sintomo, magari no.

È che, da un po’ di tempo, provo amore e riconoscenza per i miei elettrodomestici.
Per il mio microwave nuovo di pacca, che mi permette di resuscitare le pizze surgelate e le patatine dei kids in dieci minuti, e mi fa risparmiare un sacco di soldi (il mio megaforno elettricoventilato c’ha quaranta minuti di preriscaldamento per arrivare a 250°).

Per la mia vecchia lavastoviglie, che ogni sera mi solleva dalla fatica di lavare i piatti.

Per il mio scaldabagno incrostato dal calcare, che fischia e sbuffa, ma mi garantisce una doccia calda per coccolare il mio corpo stanco.

Per la mia stirellaseconda (molto più fica di quella precedente, che si è aperta in due, la settimana scorsa) che mi ha dato la possibilità, per la prima volta in vita mia, di stirare una camicia in modo quasi decente.

Per il mio Mac, che mi fa tanta compagnia, soprattutto di notte (io lo adoro, il mio Mac).

Per la mia lavatrice vetusta, che si smazza quintali di panni indossati solo mezzavolta dalle iene sopracitate, e poi buttati a terra acciambellati.

Per il mio Ipod, che mi riempie le orecchie e il cuore di emozione.

Per la mia pentola a pressione, che fa anche il risotto (provato ieri sera, in sei minuti netti, assolutamente perfetto).

Per il mio famoso phonionizzatore, che rispetta i miei capelli spinacini.

Per la mia fotocamerassolutamentebasic, perché ferma le immagini che mi colpiscono e le conserva per me.

Non sono grata, invece, al mio cellulare che ha la suoneria a singhiozzo, e mi fa perdere un sacco di chiamate, e allo specchio, che mi rimanda ogni giorno un’immagine che non riconosco (cazzo, ultimamente è la faccia di Geraldine Page in Interiors).
Oooops, è vero, lo specchio non è un elettrodomestico ;-D

Mah, i manuali di psichiatria definiscono l’attaccamento affettivo agli oggetti (percepiti come entità in grado di dispensare accudimento) come una chiara caratteristica di disturbo mentale.

E vabbé.

soundtrack: Le cose che non ho, Subsonica

Annunci

15 thoughts on “la sicurezza degli oggetti 2

  1. cilvia ha detto:

    ma piantalaaaaaa!!!! allora che deve dire valentino rossi che ci parla con gli elettrodomestici? (vedi spot anche se non hai la tele)

  2. treeonthehill ha detto:

    Ma sai che io per la pentola a pressione ho una vera e propria fobia?Certo che il risotto in 6 minuti, però…

  3. utente anonimo ha detto:

    cos’è un phonionizzatore, di grazia?
    it sounds good! 🙂

  4. algaspirulina ha detto:

    🙂
    trattasi di phon che per qualche ignoto meccanismo secca meno i capelli mentre li asciuga.
    tipo, le goccioline d’acqua non evaporano all’istante ma penetrano lel fusto e il capello resta più idratato.
    non chiedermi come, ché io in queste cose so’ ‘gnorante.
    so solo che fabbrica degli ioni 😀
    per me questo phon ha una valenza sciamanica, tutto qui.
    😉

  5. ladygabibbo ha detto:

    ah bè anche io amo tutti i miei elettrodomestici…però ho il forno a gas per fortuna…enorme
    ci stanno 3 teglie da pasticcio:-).
    amo pure i miei 4 cell…che mi mantengono incontatto via sms con tutte le mie amicizie virtuali e reali:). lo specchio è quella cosa che guardo di sfuggita finchè mi trucco…e che mi soffermo aguardare quando mi rimanda l’immagine di una simpatica cicciona dallo sguardo sorridente:-)

  6. lorypersempre ha detto:

    Io sono una luddista. Di conseguenza almeno metà dei tuoi beneamati accrocchi non li ho manco mai provati 😉
    Leela

  7. Christine01 ha detto:

    ma il phon phonionizzatore @_@ nn serve x togliere l’elettricità dai capelli?( sui miei capelli nn fa nulla,sigh)
    assie x il messaggino,bello!!

  8. cybbolo ha detto:

    puoi cominciare a preoccuparti quando ti affezionerai al cavatappi a pedali

  9. utente anonimo ha detto:

    ma no, dai, non dar retta ai manuali di psichiatria: questo è solo un po’ di sano ilozoismo 😉

  10. beaUtrice ha detto:

    Oddio. Parli con una che si è innamorata della sua ventilatrice azzura a pale rosa. Priscilla. :o///

  11. beaUtrice ha detto:

    Ops. Ho scritto azzurra con una r sola. Sempre meglio di pale con due elle.

  12. algaspirulina ha detto:

    cilvia: ci manca poco che gli parli pure io, effettivamente 🙂

    lady: è bello, vedersi così.
    vedersi simpatici.
    a me non sempre riesce :-/

    leela: cosa essere una luddista?
    una che gioca?
    🙂

    christine: i tuoi capelli sono bellissimi anche senza effetto ionizzatore 🙂

    tambu: mo’ vado a vedere 🙂

    cyb: sei un grande.
    ma come fai a farti venire in mente delle cose così?
    😀

    estrellita: sai che ci pensavo, all’ilozoismo?
    ma la mia passione è molto meno filosofica, e ben più dettata dal bisogno 🙂

    bea, tesoro: me la ricordo molto bene, la priscilla :-))))

  13. algaspirulina ha detto:

    tree: dai, non aver paura.
    basta che la valvol di sucurezza sia pulita, e puoi fare meraviglie.
    e poi il sibilo ti fa compagnia, come un gatto che ronfa.
    🙂

    son ridotta male, eh?
    😉

  14. algaspirulina ha detto:

    VALVOLA
    SICUREZZA

    uffa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...