kajmak in marmelada (formaggio e marmellata)

formaggioOre 12,10.
L’impiegato dell’ufficio dei tributi mi guarda con aria scazzatissima.
Io, invece, ho sfoderato la mia migliore espressione da vecchio bracco fedele che aspetta una carezza dal padrone appena tornato da un lungo viaggio.

Seminascosto dalla pila di documenti che mi sono portata appresso, mi fa:
Beh, deve pagare una multa di milletrecentocinquanta euro, lo Stato può mica rimborsare il duecentopercento dei figli a carico, non le pare?

Sì, ma…

Signora, quando non c’è accordo tra i coniugi divorziati, si fa a metà.
Ha sessanta giorni per pagare, se vuole può rateizzare.
Mi raccomando, non più di dodici mesi. Tenga qua i moduli, deve metterci due marche da bollo da quattordicieuriequalcosa. Buongiorno.

Intasco i moduli e mi trascino fuori.
Meno male che oggi pomeriggio alle quattro c’è il colloquio di lavoro con la nuova cooperativa.

Ore 15,50.
Arrivo davanti al similufficio che ospita gli addetti alle selezioni.
È inculoagiove, fortunatamente non mi sono persa e ci sono arrivata solo con due indicazioni prese per strada.
Fuori c’è una coda di dieci persone. Almeno (ma l’appuntamento non era individuale?…).

Con la scusa che ho i kids a casa da soli, riesco a dribblare la folla e a sedermi prima degli altri davanti alla commissione.

Dunque, abbiamo qui il suo curriculum: mmmhhh, laurea… esperienza di cinque anni col metodo Dolman, due anni di educativa scolastica sull’hc, biennio completato alla facoltà di psicologia…. mmmhhh, le possiamo proporre quindici ore a settimana a sette euro all’ora, ma ci deve versare centocinquanta euro di quota associativa. Se vuole può integrare con altre cinque ore di prescuola, dalle 7,30 alle 8,30.

Vabbé, meglio che niente.
Però, mentre torno a casa, sulla tangenziale mi viene da piangere.
E i camionisti, a vedermi così sottosopra, con la piega perbenino che mi sono fatta fare coi penultimi soldi per tentare la mia porca figura al colloquio, mi fanno pure popipopi.

Vabbé, mi dico, è un inizio, troverò delle integrazioni.
Domani mattina mi presento a scuola e cerco di convincere il responsabile hc a darmi ‘ste fottutissime sedici ore tutte attaccate, così dopo posso fare altro.

Arrivo a casa. Squilla il telefono.

Dobbiamo darle una brutta notizia, ci è appena arrivato un fax che ci comunica che le sedici ore che le avevamo assegnato non sono più disponibili.
Se è ancora interessata, restano le cinque di prescuola.
Altrimenti torni (inculoagiove) venerdì mattina: magari possiamo passarle qualcosa di assistenza domiciliare.

Sfamo i kids.
Controllo i diari scolastici.

Resto sola in cucina, appoggiata alla lavastoviglie che ronza e sfiata.

Decido di sbafarmi una fetta di caprino del Caseificio Reale, e ci schiaffo su una bella cucchiaiata di marmellata di cipolle di tropea, fatta giusto ieri.

Meno male che il caprino l’ho trovato all’a&o a soli 2 euro.
Meno male che la marmellata è stratosferica.
Meno male che domani ho appuntamento col neuropsichiatra.

soundtrack: You can’t always get what you want, The Rolling Stones

Annunci

6 thoughts on “kajmak in marmelada (formaggio e marmellata)

  1. utente anonimo ha detto:

    Alga non disperare: con tutti i tagli di Fioroni ai sostegni dovranno intervenire sempre di più i Comuni, la tua cooperativa ti troverà senz’altro qualcosa. in bocca al lupo di cuore!!
    Anna

  2. cilvia ha detto:

    oh cris, sweet cris!!!
    kiss you!!
    ma senza la marmellata di cipolle please!!! :)))

  3. cybbolo ha detto:

    comincia a mangiare più riso, da un punto di vista propiziatorio, ché le cipolle fanno piangere…

  4. unachicca ha detto:

    Dalle tue parti non ci sono centri diurni? Io so che di solito cercano personale.

  5. utente anonimo ha detto:

    mizzu, potevo passare da santa rosalia sul monte pellegrino e dirci due cosette, già che ero lì da quelle parti…
    comunque volevo dirti che ho capito adesso una cosa importantissima: tu hai una strabiliante affinità creativa con jonathan coe.
    è uno dei miei preferiti 🙂

  6. algaspirulina ha detto:

    qualche anno fa ho divorato “la famiglia winshaw”.
    grazie, sono lusingata.
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...