la dolce ala della giovinezza

Quando stamattina ho visto l’articolo di Paolo Ferrari su Torinosette, me ne sono accorta anch’io.
È vero, sono passati già dieci anni.
Sono passati come un sospiro.
Ti avevo perso di vista, da un po’ di tempo.
Ma continuavo ad ascoltare la tua musica: ero pur sempre una tua groupie 🙂
Quando l’ho saputo ero fuori dal giro.
La Cami aveva due anni, aspettavo Pietro, credevo di essere "felicemente sposata".

Ma ci pensavo (ci penso), ogni tanto, a te.
Ho ancora il 45 giri dei Blind Alley, con la tua buffa dedica: alla più brava cantante del mondo. Figurati.
E il tuo lungo baciocolcasché, alla fine del mio primo concerto, non me lo scordo più.
E le tue lezioni di chitarra, che io, più che guardare la tastiera e la mia mano sinistra, guardavo i tuoi occhi, così belli.
Infatti, non ho mai imparato una cippa, salama che son sempre stata.
Perché in fondo eravamo un po’ tutte innamorate di te.
Perché, come dicono i tuoi amici, volerti bene è stato così facile.

soundtrack: Whistle march, Blind Alley

Annunci

3 thoughts on “la dolce ala della giovinezza

  1. LaPeople ha detto:

    alguccia t ho linkata!!baci baci

  2. cilvia ha detto:

    il tempo passaaaaaaa!!!!
    uffiiiiiii!!!!

  3. psicopigiama ha detto:

    anche io mi cucco gli articoli di paolo ferrari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...